Ferrari: «Tutto può ancora succedere»

Il difensore ex giallorosso crede ancora nella possibilità  di arrivare in Champions League

20
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sarà forse la sua grande esperienza, sarà forse per il suo carisma, ma Matteo Ferrari crede ancora nel quarto posto: «Il campionato non è ancora finito. Anzi ci sono ancora tre partite dove può succedere di tutto. I complimenti preferiamo riceverli alla fine, quando non ci saranno più partite da giocare. La Fiorentina nei momenti dove ha giocato meno bene ha saputo grazie ad un pizzico di buona sorte di conquistare quelle vittoria che adesso fanno la differenza. Al contrario per quello che ci riguarda se non siamo al massimo non riusciamo a conquistare il bottino pieno». Chiaro riferimento per esempio alla gara contro l’Atalanta. «A Bergamo nel primo tempo – spiega l’ex giallorosso la squadra ha giocato come a Bologna. Però nella ripresa sono stati davvero bravi a conquistare il pareggio». E sul mercato che tiene banco in questi mesi, Ferrari commenta: «Le voci sono inevitabili dopo il campionato che stiamo facendo quest’anno. Normale dunque anche il chiacchierio su mister Gasperini. Per quello che ci riguarda però siamo concentrati sugli obiettivi da raggiungere. Alla fine di tutte le voci che escono, risultano vere solo un 10%». Sui prossimi avversari del Chievo, il numero tredici spiega: «Credo che siano più in forma dei nerazzurri, ma in questa stagione non abbiamo quasi mai sbagliato e quindi crediamo di poter regalare intanto la Uefa ai nostri sostenitori. L’unica cosa che dobbiamo migliorare è in fase di paleggio dove ultimamente abbiamo commesso più errori, mentre la squadra fisicamente è in forma».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.