Biava: «Grazie a tutti i tifosi per l’affetto»

Lo sfortunato difensore rossoblù ha parlato oggi a Pegli anche della cavalleresca telefonata di scuse del giocatore Franceschini e del dg Marotta della Sampdoria. «Ma davvero non c'era bisogno di farlo» ha affermato

5
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Beppe Biava è andato a salutare i compagni a Pegli dopo la settimana trascorsa in ospedale a Savona dopo l’infortunio subito per il fortuito scontro di gioco patito durante il derby. Incidente che gli è costato la frattura di una costa. Circondato dalle esultanze di tutti ha esclamato: «Per l’amore del cielo fate piano…». Il Beppone non ha perso il suo ottio umore e la sua ironia: «Almeno tutta questa fatica mi ha permesso di smaltire qualche chiletto di troppo, sono pronto per la prova costume. Adesso mi prendo qualche giorno di riposo, un pò di mare mentre voi vi fate dei bei giri di campo».

Il difensore ha tenuto tantissimo a ringraziare i tifosi che, fra il suo compleanno e il ricovero ospedaliero, gli sono stati vicino con tanto affetto: «Sto bene e ringrazio tutti per l’affetto che mi hanno dimostrato. Ora farò il tifo per i miei compagni di squadra». Biava ha poi parlato della cavalleresca telefonata di scuse di Franceschini e Marotta: «Ma davvero non c’era bisogno di farlo» ha commentato. Per Beppone «lo scontro è stato fortuito e nel calcio queste cose possono succedere».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.