Verratti: “Io valgo 100 milioni? Non credo”

"Nessun giocatore dovrebbe valere queste cifre" ha spiegato l'azzurro

37
Marco Verratti (foto Claudio Villa/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Non credo, in realtà nessun giocatore dovrebbe valere queste cifre”. Nella conferenza stampa a Coverciano, l’azzurro Marco Verratti risponde così ai cronisti gli hanno chiesto se pensi di valere 100 milioni: dopo essersi messo in evidenza  a Pescara, il regista di centrocampo gioca da alcuni anni nel Paris Saint Germain. “Da quando ho 21 anni gioco in Champions League con grandi campioni, cerco sempre di migliorarmi e di arrivare il più lontano possibile con il club e con la Nazionale” prosegue.

Dai temi del mercato alla Nazionale: che tipo di squadra è quella del ct Ventura? “E’ una Nazionale piena di giovani – risponde Verratti – dove si respirano spensieratezza e serenità. Quando vedo l’età dei miei compagni mi sento più vecchio di quello che veramente sono. Questo mi responsabilizza, qui ci sono senatori che sono degli esempi. Posso parlare di Buffon e De Rossi, modelli che i giovani in Italia devono seguire. Posso esserlo anche io, posso fare ancora meglio per la Nazionale, speriamo di iniziare a farlo presto”.

Sabato a Vaduz, in un ipotetico 4-2-4, potrebbe giocare in mezzo al campo con De Rossi: “Stiamo provando diverse soluzioni, poi deciderà il mister. Ho cambiato tanti moduli, con Daniele mi trovo bene e posso giocare anche in un centrocampo a due. Con il Liechtenstein dobbiamo vincere se vogliamo arrivare primi, ma in campo europeo non esistono partite scontate. E’ un girone difficile, la Spagna è una delle Nazionali più forti, sappiamo però quali sono le nostre capacità e il primo posto nel girone è il nostro obiettivo”.

Pescara si sta confermando un “fornitore” per l’Italia. Dopo Verratti, Immobile e Insigne, è la volta di Lapadula: “Sono contento per Lapadula Pescara è una piazza importante in cui si respira calcio ed è stata un bel trampolino di lancio per me e per altri giocatori. Anche adesso ci sono ragazzi interessanti come Caprari e Verre”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.