Lino Marmorato – Nazionale, fuori le palle!

Il direttore di Buoncalcioatutti: "Di Biagio poteva non esternare il suo pensiero, anche se positivo, nei confronti del Capitano del Genoa"

74

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Gli inglesi, questi simpaticoni, pur riempiendo Wembley ci hanno gratificato della più totale indifferenza: solo applausi per Davide Astori. Ogni giocata (poche) inglese scatenava applausi. La prestazione degli inglesi, che cercavano solo il palleggio e il possesso pallone pensando di essere la Spagna che in contemporanea  rompeva le ossa a Messi (non in campo) e Sampaoli, è stata mediocre.

Appresa la formazione degli azzurri poco soddisfacente con due destri centrali Rugani e Bonucci a sinistra supportato da un altro destro  De Sciglio, cioè tre difensori – almeno due lenti – contro tre attaccanti albionici o esterni veloci: le premesse non lasciavano tranquilli e regolarmente, quando questi acceleravano (fortunatamente poco) Italia in braghe di tela m anche se difficilmente si tirava in porta. Il gol inglese arriva da una disattenzione da dilettanti, dopo aver perso l’ennesimo pallone in uscita.

I figli della Regina probabilmente cercheranno  di gabellare la loro prestazione adducendola ad un salutare galoppo, unico prima della partenza per la Russia. Oggi saranno sicuramente arrabbiati rimuginando non sulla loro boria e pomposa stima di sé stessi ma sul VAR che ha portato il pareggio italiano. VAR super odiato in Inghilterra, dapprima negli esperimenti nella Premier: figurarsi dopo l’assegnazione del rigore e la realizzazione di Insigne per un fallo che l’arbitro non aveva concesso. Chissà, forse giustamente per un semplice motivo: perché quando Chiesa ha preso il pestone aveva già perso il pallone. Meglio così.

Lino Marmorato – Buoncalcioatutti.it
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.