Italia-Arabia Saudita 2-1: la rivincita di Criscito

Prestazione quasi al top del difensore del Genoa che centra anche la traversa nel primo tempo

266
Criscito (a destra) festeggia Balotelli con i compagni dopo il suo gol contro l'Arabia Saudita (Foto Claudio Villa/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una buona notizia per il Genoa: Mimmo Criscito ha disputato un’ottima gara con l’Italia nell’amichevole vinta dagli azzurri 2-1 contro l’Arabia Saudita a San Gallo (Svizzera). Buona la prima sia per il ct Roberto Mancini, sia per il difensore rossoblù (allenato dal tecnico nello Zenit) che ha sfoderato un repertorio di interventi precisi, entrando perfettamente nel pressing svolto dalla Nazionale sugli avversari: è una rivincita, dopo un’ingiusta esclusione durata sei anni. Criscito è stato quasi al top, soprattutto nel primo tempo quando ha dominato sulla fascia sinistra: il suo dirimpettaio Al Harbi si ricorderà a lungo il suo nome. Dopo alcuni cross in area, Mimmo ha centrato la traversa al 39′, dopo che al 21′ Balotelli (prestazione convincente: il Genoa potrebbe fare un pensierino) aveva segnato il gol dell’1-0 con un micidiale tiro di destro. Unica sbavatura per Criscito: il passaggio all’indietro al 79′ che ha favorito un inserimento di Al Dawsari, il cui tiro è stato deviato miracolosamente in angolo da Donnarumma. All’84 il genoano è stato sostituito da De Sciglio che ha commesso un altro errore difensivo: segno di un evidente calo di concentrazione nel finale dell’Italia.

La prestazione dell’Italia è stata quasi perfetta sino al raddoppio di Belotti (entrato al posto di Balotelli) al 68′ di testa su calcio d’angolo. La squadra di Mancini è stata praticamente la sola in campo a giocare e a creare occasioni: desta perplessità la prestazione dell’Arabia Saudita, a tratti della gara “esaurita”, qualificata per i Mondiali di Russia, mentre gli azzurri sono rimasti a casa. I giocatori arabi, o meglio l’arbitro di casa Scharer, hanno riaperto la partita al 71′: scivolone di Zappacosta che ha favorito Otayef, pallone di quest’ultimo per Al Sheheri che ha battuto Donnarumma in posizione di netto fuorigioco. Non c’era il Var e dunque l’errore arbitrale è rimasto. Prossime gare il 1° giugno contro la Francia, qualificata al Mondiale, e il 4 giugno contro l’Olanda: sperando di vedere Perin (ma il ct ha annunciato che lo farà giocare) assieme a Criscito.

La formazione dell'Italia contro l'Arabia Saudita: Criscito è il secondo da sinistra dopo Balotelli  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
La formazione dell’Italia contro l’Arabia Saudita: Criscito è il secondo da sinistra in alto dopo Balotelli (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.