Laxalt e Hiljemark scalpitano per i Mondiali

Laxalt è atteso nell'importante sfida contro l'Egitto di Salah, mentre Hiljemark giocherà, con la sua Svezia, contro la Corea del Sud

212
Laxalt in azione
Equilibrio instabile di Diego Laxalt (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È vero. In questa edizione dei Mondiali in Russia l’Italia avrà esclusivamente un ruolo da spettatrice, ma questo non ci può impedire di gustarceli appieno tifando per i beniamini rossoblù che invece giocheranno questa tanto amata competizione con le rispettive nazionali. Giovedì è il giorno d’inaugurazione del torneo e la gara d’esordio sarà tra i padroni di casa e l’Arabia Saudita. Tra chi in quell’occasione sarà certamente davanti a uno schermo per vedere chi avrà la meglio tra le due contendenti possiamo aspettarci Diego Laxalt. L’esterno rossoblù, al momento in ritiro con la sua Celeste a Nizhny Novgorod, ha tutte le ragioni per gustarsi la partita e sperare, magari, in un capitombolo dei russi che permetterebbe al suo Uruguay di allungare già le distanze in caso poi di vittoria contro l’Egitto di Momo Salah il giorno seguente. Potrebbe essere proprio il numero 93 del Genoa a lottare sulla fascia con l’esterno egiziano, sempre che quest’ultimo possa recuperare in tempo dopo il brutto infortunio rimediato a Kiev durante un contrasto contro Sergio Ramos.

 

Sfida sulla carta più facile per Oscar Hiljemark, che con la sua Svezia affronterà la Corea del Sud lunedì 18 alle ore 14. Gara da non prendere assolutamente sotto gamba per gli scandinavi, vista la presenza, nel Girone F, di Germania e Messico (favorite sulle prime due). La formazione guidata da Jan Andersson e capitanata dall’ex rossoblù Andreas Granqvist ha l’obbligo di conquistare subito i tre punti all’esordio in vista della sfida valida per il secondo posto con i centroamericani nell’ultima giornata.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.