Quel 13 aprile di 116 anni fa: il Genoa fu campione d’Italia per la quarta volta

Il Grifone battè 2-0 il Milan sul mitico campo di Ponte Carrega

88
Il Genoa vittorioso nel 1902
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Attraverso una nota sul sito ufficiale, il Genoa celebra oggi il campionato vinto nel 1902. Ecco il racconto.

Sul leggendario campo di Ponte Carrega, teatro nel 1898 della prima amichevole documentata nella storia del calcio nazionale tra il Genoa, e una mista International FBC di Torino e FBC Torinese, il 13 aprile del 1902 Spensley e compagni conquistavano il quarto titolo nazionale. Un altro scudetto. Nella finale del campionato contro il Milan (2-0; Salvadé e Pasteur II). Prima c’era stata una tornata di eliminatorie e le semifinali. Come finì? Con una riuscitissima gita in mare notturna. Ah, ad esserci…

Sul terreno di gioco imperlato dalla tribunetta, uno dei luoghi sacri e di culto, nonché una delle culle originarie in cui è cresciuta, e si è sviluppata, la pratica del football nella nostra città e nel Paese, arrivò una vittoria con un gol per tempo. Il Genoa di Spensley, Rossi, Ghigliotti, Pasteur I, Senft, Passadoro, Agar, Salvadé, Dapples, Cartier, Pasteur II. Nomi davanti ai quali togliersi il cappello. Entrati nella storia per non uscirci più. Yes.

Proprio il 1902 fu un anno fecondo sotto molteplici attività e aspetti. Tra i più importanti la decisione di aprire, un inedito per le società calcistiche dei primordi, delle radici, dei pionieri, una sezione per i ragazzi di età inferiore ai 16 anni. Di fatto la nascita del primo settore giovanile in Italia. Un altro dei record che appartengono al Genoa. In una vivace assemblea, si determinò di incaricare la Direzione per verificare la questione. Dalle scrivanie al campo, tra non poche discussioni, il passo fu poi compiuto.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.