Lukas Lerager, il secondo danese in rossoblù

Il precedente giocatore del paese della “Sirenetta” era Niels Bennike nella stagione 1953-54

1689
Lukas Lerager durante la presentazione (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ strano come il Genoa abbia sempre trascurato il mercato danese dal quale sono quasi spesso emersi ottimi calciatori. L’acquisto in questi giorni relativo a Lukas Lerager si identifica nel secondo atleta proveniente dal paese della “Sirenetta” che vestirà la divisa del grifone. Per il primo e naturalmente unico predecessore occorre risalire alla lontana stagione 1953-54. Si chiamava Niels Bennike, interno di centrocampo, ed arrivò dalla Spal che lo aveva avuto tra le sue file da diverse stagioni. C’è da precisare che già la provenienza estense era di per sé un buon biglietto da visita, dal momento che gli acquisti operati da Paolo Mazza padre padrone ferrarese non erano mai banali. Bennike, ventinovenne, unito al compagno di squadra Ragnar Larsen, norvegese, formava l’ossatura nordica di un complesso, quello genoano, fresca matricola in serie A. Il danese rossoblu giocando accanto ai vari Carapellese e Dalmonte disputò un torneo senza infamia e senza lode. Andò a rete in 5 occasioni, tre delle quali decisive. Pur nel ruolo di centrocampista possedeva un buon cambio di passo e tempismo in area avversaria, ma non lasciò un ricordo indelebile. Penso che i tifosi over 70 difficilmente riusciranno ancora oggi ad inquadrarlo, anche perché la sua fu una toccata e fuga. A fine stagione riparò in Francia nelle file del Nancy. A 65 anni di distanza si spera che Lerager, suo connazionale e pure lui centrocampista, lasci un ricordo più consistente,

Marco Colla

Niels Bennike (Foto Wikipedia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.