La bandiera rossoblù sullo scoglio di Boccadasse, una tradizione di oltre 40 anni

Riproponiamo due articoli pubblicati su Pianetagenoa1893.net nel 2015. Nel primo rievochiamo il racconto della nascita del premio "Scoglio d'oro"

1325
Boccadasse
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In principio fu…lo scoglio genoano a Boccadasse. L’orgogliosa occupazione rossoblù della roccia circondata dalle acque del mare risale a oltre 40 anni fa. La testimonianza proviene da un nostro lettore, Stefano Galleano, che ci racconta la storia del premio “Scoglio d’oro” istituito negli anni ’70 dal Genoa Club Patiti Rossoblù di Boccadasse che lo assegnava tramite un referendum tra tutti i club. «Parliamo dei primi anni 70 – spiega Galleano – quando il Genoa Club Boccadasse aveva indetto il trofeo Scoglio D’Oro. Veniva premiato il miglior giocatore della stagione. Nelle foto (nelle prossime pagine) si possono riconoscere Rizzo, Onofri, Damiani e il mister Simoni. Da quegli anni la bandiera del Genoa ha sempre sventolato sopra lo scoglio». Se lo ricorda bene Claudio Onofri, premiato nel 1977: “Per me – racconta a Pianetagenoa1893.net – è un ricordo molto piacevole. Ero al primo anno di militanza in rossoblù, provenivo dall’Avellino, e avevo battuto i due bomber Oscar Damiani che era stato acquisito dal Napoli e aveva giocato nella Juventus, e Roberto Pruzzo che era uno degli idoli della tifoseria. E’ stato un riconoscimento molto importante poiché spesso questo tipo di premi si assegnano ai cannonieri: io invece ero un difensore. Se l’avevo vinto, voleva dire che avevo disputato un’annata davvero buona». Onofri racconta come avveniva la cerimonia: «Il premio mi era stato assegnato in un locale nella splendida Boccadasse, poi andammo in barca verso lo scoglio dove issammo la bandiera rossoblù». Lo “Scoglio d’oro” era patrocinato dal giornale dell’epoca presente allo stadio della Domeniconi Press: la scultura era realizzata dall’orafo Michele Giovannelli. Il giorno della cerimonia, tutti esponevano le loro bandiere rossoblù nel borgo marinaro.

Ma di recente è avvenuto un fatto inaudito per i sostenitori del club più antico d’Italia che non era mai accaduto in passato: «In questi giorni si è verificato un incidente – prosegue Galleano – molto spiacevole. Ci siamo ritrovati la bandiera della Sampdoria al posto di quella del Genoa gettata in mare. Mio padre a quasi 80 anni ha rimediato sostituendo la bandiera immediatamente, ma durante la notte qualcuno ha segato l’asta, ha stracciato il vessillo col Grifone e dipinto lo scoglio dei loro colori. Oggi alcuni ragazzi l’hanno coperto con i colori rossoblù: tuttavia dovremo presto intervenire per rimettere la nostra bandiera».

Marco Liguori

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893

Si ringrazia Raffaella Dallaturca per la cortese segnalazione

Pianetagenoa1893.net 14/07/2015

CLICCA QUI PER LEGGERE IL SECONDO ARTICOLO SUL PREMIO SCOGLIO D’ORO

Di seguito la fotogallery dell’epoca

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.