Correva l’anno 1963: il Genoa vinse la Coppa dell’Amicizia Italo-Francese

Grazie a una prestazione superlativa di Gigi Meroni i rossoblù batterono 2-1 i rossoneri vincitori della Coppa dei Campioni

286
Gigi Meroni

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Correva l’anno di grazia 1963: era il 16 giugno. La “farfalla” Gigi Meroni impartì una lezione di calcio al Milan che aveva vinto pochi giorni prima la Coppa dei Campioni. Il club più antico d’Italia affrontò a San Siro i rossoneri nella finale della Coppa dell’Amicizia Italo-Francese: fu l’unica volta in cui si aggiudicò il torneo Uefa istituito nel 1959 tra club italiani, francesi e in seguito svizzeri. “Il Genoa di Grosso e Rivara, Carlini e Giacomini, Bruno e Bean, di mister Rosso, – racconta il sito ufficiale rossoblù – era arrivato in finale dopo aver eliminato il Rennes e la Spal. Nel primo tempo i rossoneri passarono in vantaggio con Altafini. Nella ripresa i colpi di fuoriclasse dell’ala rossoblù mandarono al tappeto quel grande Milan, innescando il ribaltamento con due assist al bacio per la doppietta di Dal Monte. Finì 2-1. Uno dei più bei voli della ‘farfalla’, patrimonio del popolo del calcio, con il club più antico in Italia da cui decollò la sua carriera”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.