Correva l’anno 1948: il Genoa batte alla grande il Torino e vola in testa alla classifica (VIDEO)

Splendida prova di Verdeal e gol di Mazza, 59′ Operto II (aut), Pellicari: il Grifone vince 3-0

107
Un'immagine della Gazzetta dello Sport di Genoa-Torino 3-0 del 26 dicembre 1948
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La macchina del tempo rossoblù di Pianetagenoa1893.net si rimette in moto. Torniamo a domenica 26 dicembre 1948: il Genoa gioca al Ferraris contro il Grande Torino campione d’Italia. Pesano sui granata le assenze di giocatori importanti come Castigliano, Rigamonti, Loik e Ossola. Ai rossoblù pesano due giocatori fermi ai box: Sardelli e Formentin. Particolare importante alla vigilia della partita: “E poi il Genoa sta andando bene – scrive Franco Venturelli in “Genoa, una leggenda in 110 partite” (Nuova Editrice Genovese) – al punto da accendere sogni di primato”. Le speranze dei tifosi sono alimentate dal fatto che assieme al mitico fuoriclasse argentino Verdeal c’è un centravanti di peso come Mazza. Non caso ci sarà l’Inter interessata a lui. Il centrocampo è di ottimo livello: Tortarolo, Cattani, Bergamo. Chiude il quadro del Grifone due terzini come Pellicari e Becattini.”Becattini ha iniziato e chiuso la carriera – spiega Venturelli – indossando sempre la stessa maglia di terzino, che è stata di De Galleani, poi di De Vecchi, da De Vecchi è passata a Spigno, da Spigno a Pratto, da Pratto a Poggi, da Poggi a Vignolini e da Vignolini al “corsaro” di Sestri Levante.

Gli spalti del Tempio rossoblù sono strapieni: in tribuna c’è Fausto Coppi, il campionissimo del ciclismo. Il Torino ha un’occasione da gol nei primi minuti che non riesce a concretizzare: il Genoa allenato da Federico Allasio (ex giocatore rossoblù dal 1941 al 1946 e papà della famosa attrice Marisa Allasio) ha un atteggiamento attendista, si limita alla semplice supremazia territoriale e a un colpo di testa di Verdeal terminato fuori. Nel finale del primo tempo, Gabetto e Mazzola svolgono una combinazione ubriacante: il tiro viene sventato miracolosamente da Piani.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.