MIXED ZONE, Criscito: “Occorre più attenzione in fase difensiva”

L'ex Rigoni: "E' stata una giornata davvero speciale, dove ho ritrovato tanti amici ed i tifosi che mi hanno sempre sostenuto"

827
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In zona mista si presenta una vecchia conoscenza del Genoa, Rigoni, protagonista in maglia rossoblu nelle ultime tre stagioni; dopo un rapido saluto, analizza la gara vinta dalla sua nuova squadra: “Come ho già detto, oggi per me è stata una giornata strana, giocata su di un campo dove per tre anni ho gioito e sofferto per il Genoa. E vi assicuro che per me tornare qui non è stato semplice… Si – dice il centrocampista nerocrociato – una giornata davvero speciale, dove ho ritrovato tanti amici ed i tifosi che mi hanno sempre sostenuto. Chiaro che quando ho fatto gol gol non ho esultato, per rispetto verso i miei ex tifosi”.

– Siete partiti un poco contratti, con il Genoa che sembrava padrone della gara…

Vero, occorre dare merito al Genoa, che è partito fortissimo, realizzando un gol stupendo con il suo centravanti. Poi siamo usciti noi, e quasi a sorpresa con una prova di carattere siamo riusciti a ribaltare il risultato. Teniamo conto che non è una cosa facile anzi, anzi direi un’impresa realizzare tre gol in casa dei rossoblù. Il Genoa inizialmente attaccava con tanti uomini, abbiamo sofferto; poi siamo riusciti a prendere le misure; devo dire che dopo il pareggio è stato tutto molto più semplice; abbiamo preso coscienza delle nostre possibilità. Certo per noi sono tre punti molto importanti, conquistati su un campo dove tutte erano state sconfitte”.

  • Come hai visto il Genoa? Il Genoa è un’ottima squadra, direi piuttosto che siamo stati noi bravi a rimontare, piazzando poi una doppietta che ci ha consentito di portare la gara importo nel migliore dei modi.

Ed ecco Capitan Criscito; l’azzurro ha il volto scuro, deluso per la sconfitta.

Mimmo, cosa dire di questa partita: siete partiti fortissimo, e poi è andata come è andata…

Verissimo – esordisce Criscito – è successo che soprattutto sul primo gol subito non è andato bene qualcosa nella fase difensiva; attenzione, non parlo solo di difesa, ma l’atteggiamento di tutta la squadra. A quel punto per i nostri avversari si sono aperti tanti spazi… un pò quello che era successo contro il Sassuolo. Pensavamo è speravamo che non succedesse più, dopo gli importanti successi con Chievo e Frosinone. Ed invece…”.

Nel secondo tempo avete provato ad attaccare ma non è andata bene…

Nella ripresa ci abbiamo provato, sull’1-3 occorreva osare. Direi che abbiamo creato tanto, fatto qualche tiro pericoloso con Favilli e Bessa, ma è andata male. Complessivamente però siamo stati poco pericolosi”.

– Il Parma infondo ha fatto 3 tiri e 3 gol nel primo tempo, e poi per voi un pò di fortuna, il tuo gol che riapriva la gara annullato, il palo

Sì, sicuramente è così ma non parliamo di sfortuna! Il Parma è venuto a Genova per fare la partita, noi volevamo vincere per continuare la nostra striscia positiva è andata male… Complessivamente però tirando le somme stiamo facendo un campionato positivo; la zona retrocessione è lontana sette punti. certo, e lo ribadisco, questa partita doveva essere vinta…

Forse aver segnato troppo presto psicologicamente via un po’ spenti, sembrava tutto facile…

Si – conferma il Capitano rossoblu – è la stessa cosa che è successa con il Sassuolo: siamo andati in vantaggio ed inconsciamente pensato che la partita era ormai nostra. Invece in serie A, dobbiamo capirlo tutti, di facile non c’è mai nulla

Adesso c’è la sosta, poi una serie di gare difficilissime…

A mio parere dobbiamo ripartire da questa sconfitta, analizzarla con calma; effettivamente ci sarà un ciclo terribile, ma in serie A prima o poi dobbiamo affrontarle tutte. Del resto, ad esempio a Milano, hanno vinto altre squadre ci proveremo anche noi. Certo non abbiamo sottovalutare gli avversari…perché se sottovaluti l’avversario hai già perso. Noi siamo una squadra che non deve mai accontentarsi dell1-0, , ma insistere perché un gol non significa nulla.

Mi spiace perché oggi finalmente riuscito a segnare, ma mi hanno detto poiché il gol era fuorigioco. Se la sosta può servire? Direi che è ininfluente. Magari abbiamo più tempo per recuperare dopo questa brutta sconfitta…”

Franco Ricciardi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.