Juric: “Non è bastato il cuore che i ragazzi hanno messo”

Il tecnico rossoblù ha poi glissato su un suo possibile esonero: "Deciderà il presidente Preziosi"

73
Juric, man in black (foto di Tanopress Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Gara brutta, Genoa sconfitto per 0-2 dalla Sampdoria nel derby. Come da eventualità, Ivan Juric è dato in procinto di salutare Villa Rostan con una lettera d’esonero in mano. In ogni caso il tecnico croato non si è sbilanciato, affermando questo ai microfoni di Sky Sport: I giocatori hanno dato tutto, abbiamo preso il primo gol in modo ridicolo e non si può fare così. Potevamo fare di più in attacco, ma a fine gara ho ringraziato i ragazzi: come ho detto, hanno dato tutto. Sul fatto che io sia a rischio, dico che non ho parlato con il presidente. In una squadra come il Genoa, con 6 punti dopo 12 giornate, parlare di esonero è normale. Deciderà il presidente Preziosi su questo, vedremo”.

Un’ultima battuta è stata quella che il tecnico ha riservato circa la performance messa in campo dal suo undici: “I giocatori sono tristi per la sconfitta, non è bastato quello che hanno dato. Loro hanno messo gioco, cuore, tutto, e la squadra ha i mezzi tecnici per rialzarsi. Alle volte gira male, non possiamo fare molto su questo”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.