Ballardini a Premium: “Sono arrivato e ho fatto il mio lavoro”

Il tecnico ha commentato una vittoria sofferta: "Siamo stati concentrati"

63
Davide Ballardini durante Genoa-Torino (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sono arrivato e ho fatto il mio lavoro, ho portato le mie idee e la persona che sono”. Con questa semplicità, quella che da sempre contraddistingue una persona pragmatica, di estrazione contadina, come lui stesso ama definirsi, Davide Ballardini ha cominciato la sua analisi nel post partita di Hellas-Genoa, ai microfoni di Premium Sport. “La squadra ha delle idee”, ha continuato il tecnico ravennate, chiamato a prender dalle mani di Ivan Juric il timone di una formazione in balia della tempesta: Il Genoa oggi ha meritato di vincere, ma possiamo giocare molto meglio”.

Ammissione di un lato che non soddisfa il mister, quello dell’estetica: il Grifone oggi non ha dato spettacolo né tantomeno ha impartito lezioni di calcio spettacolo. Vittoria però sofferta, che vale doppio, che dà continuità ad una marcia importante per tirarsi immediatamente fuori dalle sabbie mobili: “E’ vero, sono d’accordo. Oggi non siamo riusciti a giocare come nelle partite precedenti, abbiamo sofferto ma nonostante questo abbiamo tenuto sempre il campo. Il merito è questo: esser stati sempre concentrati”. Infine, una battuta sul reparto offensivo del Grifone: “Giochiamo a due, anche se sia Pandev che Taarabt non sono due prime punte classiche, poi abbiamo anche dei centrocampisti come Rigoni che fanno anche da trequartisti. Di giocatori bravi nella fase offensiva ce ne sono, proprio per questo dovremo esser più bravi”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.