Lettera da Francogrifo76: il Genoa Under 15 cala il poker contro l’Empoli

Nel recupero di ieri, i ragazzi di mister Gervasi hanno battuto 4-0 i toscani

55
Gabriele Gervasi, tecnico dell'Under 15 (Foto Genoa cfc)
Carissimi Amici Rossoblù,
nel recupero di campionato di ieri i Grifoncini della leva 2003 hanno portato brillantemente a termine la non facile missione di battere l’ostico Empoli (non inganni il 4-0 finale) ed hanno messo un piede e mezzo nei quarti di finale di categoria. I “nostri” Ragazzi hanno sbloccato la partita al 30′ del primo tempo col bomber Piccardo che è così arrivato a 8 reti confermandosi il capocannoniere della squadra; nella ripresa ancora equilibrio e lotta dura sino al raddoppio dell’ottimo trequartista Fossati ma, da quel momento, i Toscani si sono arresi subendo ancora i gol di Accornero e di Bacherotti che hanno suggellato il 4-0 finale. Con questa vittoria salgono così a 45 punti, staccando di 3 punti i neroverdi del Sassuolo e portandosi a soli 3 punti dalla matematica certezza di arrivare secondi e di disputare quindi direttamente i quarti di finale senza passare per le difficoltà dei playoff. Ottimo risultato quello che sta per essere raggiunto dai Ragazzi di mister Gervasi, frutto principalmente della fase difensiva visto che la difesa dei Grifoni è la migliore del proprio girone (solo 17 reti subite) e la seconda dei 3 gironi, cioè su 42 squadre!! A questo punto sono molte le analogie (con le debite proporzioni) che si possono trarre con la prima squadra e con lo Zio Balla. Ottima fase difensiva, difficoltà nel realizzare gol soprattutto con le squadre chiuse a riccio, un gioco redditizio ma mai spettacolare. E come con Ballardini, anche per mister Gervasi ci sono stati dei mugugni ampiamente sopiti dalla grandezza dei risultati raggiunti. Non sembra di stare parlando della stessa situazione?
Anch’io, domenica, di fronte allo squallido 0-0 conseguito contro il Carpi (ultimo in classifica) mi ero inviperito e rattristato parecchio: ma ecco la rinascita, il colpo d’orgoglio, il 4-0 che spalanca orizzonti sperati e forse inaspettati. Mi pare di sentire gli stessi commenti (e qualche mugugno…) del dopo-derby. L’essere umano è fatto così ed il tifoso genoano ne è l’esempio lampante. Abbiamo un allenatore che ha guadagnato con lavoro e sacrificio 29 punti in 19 partite, eppure storciamo il naso, non siamo convinti, leggiamo di Nicola, Maran o (proprio ieri) di Pippo Inzaghi. Nemmeno si trattasse di Conte, Lippi o Ancelotti!!! E così anche, noi tifosi, siamo pronti a massacrare Roma e Juve per le pesanti sconfitte nell’andata di Champions ed a tranciare giudizi estremamente negativi sul derelitto calcio nostrano per poi inneggiare (solo 7 giorni dopo) alle imprese delle stesse 2 squadre che quasi (per la Juve) riescono entrambe a compiere un’impresa memorabile. Ci vorrebbe un po’ più d’equilibrio perché, come hanno sempre detto, il calcio fa parlare e tacere ma proprio per questo, nonostante cerchino tuttora di distruggerlo, resta comunque lo sport più bello del mondo!
Francogrifo76 
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.