Lettera aperta di Massimo Tagino: «Incomprensibile perché non si decida di puntare su Davide Nicola»

Il nostro lettore scrive al presidente del Genoa: «Sono anni che fa promesse ma non riesce a capire che non è più il momento di scommettere ma cercare di lavorare costruendo un gruppo unito»

15237
Nicola Genoa
Davide Nicola (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Egregio presidente del Genoa,

mi chiamo Massimo Tagino e, nei limiti della mia conoscenza calcistica, vorrei provare a farle arrivare il mio modesto pensiero.

Ci ritroviamo in una situazione assolutamente precaria sotto molteplici aspetti.

Rimanendo nell’ambito sportivo, il Covid ha reso molto complicato fare una campagna acquisti dovendo individuare giocatori in grado di inserirsi in un ambiente complicato, imparare moduli nuovi, fare una preparazione veloce essere inserito in squadra.

Il tutto in un lasso di tempo breve.

Risulta davvero incomprensibile perché non si decida di puntare su Davide Nicola, un tecnico ancora sotto contratto che ha raggiunto l’obiettivo assegnatogli seppur con un certo patimento che ha molteplici scusanti.

Sono anni che il tecnico con cui si parte non arriva a conclusione del torneo, quindi è davvero strano come sia così difficile, nella sua società, provare a dare un minimo di continuità evitando di puntare su allenatori che sembrano riuscire a dare compattezza all’ambiente.

Ora, non sappiamo se ci siano altri problemi, ma sono anni che fa promesse ma non riesce a capire che non è più il momento di scommettere ma cercare di lavorare costruendo un gruppo unito.

Spero che rifletta perché tutto questo caos denota il vuoto e l’improvvisazione di cui si sta rendendo protagonista negli ultimi anni.

Massimo Tagino

taggia1982@gmail.com

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.