Giovanili Genoa: vince soltanto l’Under 17

I ragazzi di Chiappino superano fuori casa la Pro Vercelli. Sconfitta per l'Under 16 e pari casalingo per l'Under 15. Vittoria con vista play off per la Primavera

91
Luca Chiappino (Foto Genoa cfc)
Carissimi Amici Rossoblù,
ce l’aspettavamo, me l’aspettavo. Il Genoa non è la Juventus: dopo 3 vittorie, tutto sommato entusiasmanti, un momento di appannamento in una squadra come la nostra è fisiologica. Non sono abituati i nostri Ragazzi alle grandi imprese e ciò è comprensibile: se lo fossero non ci saremmo trovati nella situazione in cui eravamo sino a poco tempo fa … Non dimentichiamolo mai: 6 punti nelle prime 12 partite, una media da serie B super garantita. Eravamo tanto sconfortati che girava la battuta: “Ormai non ci salva nemmeno più Maragliano!”, un famoso primario chirurgo di S.Martino…. Sui “social” messaggi di disperazione e di rimpianto per una categoria che sembrava verosimile non avremmo potuto mantenere. Poi è arrivato l’Uomo di Lugo, di Ravenna, con tanto buon senso ha rimesso in carreggiata le cose, ha sistemato la fase difensiva ed anche con un po’ di fortuna ha raggiunto in breve i 30 punti, una quota che molti pronosticavano (prima) come il massimo raggiungibile a fine campionato. Anche Zio Balla è rimasto stupito dall’impatto estremamente positivo che lui ed il suo staff hanno avuto sulla squadra. Però… però siamo Genoani, non c’è nulla da fare (per fortuna?).  Dopo la bella e meritata vittoria sull’Inter qualcuno ha cominciato a pensare all’Europa League, gli “esperti” hanno sentenziato di aver sempre ritenuto la nostra rosa meritevole di ben altre posizioni in classifica. Io penso che, come sempre, la verità sta nel mezzo. Juric è stato molto sfortunato ma c’ha messo anche molto di suo, però nel suo primo periodo ci aveva mostrato un Genoa battagliero e combattivo anche se il buon gioco è quasi sempre mancato. Anche Ballardini (la scopa nuova ecc.ecc.) ha mostrato un buon Genoa compatto e volitivo ma, appena queste qualità sono un po’ diminuite per ragioni più che logiche, abbiamo ceduto punti a Udinese e Bologna. Anche i giocatori di Zio Balla (come prima con Juric) se non giocano al 101% non riescono a raggiungere l’obiettivo perché, gravissima mancanza, segnano poco e un gol ( o due) in una giornata storta lo si può sempre prendere. Perciò, metabolizziamo in fretta e senza troppi rimpianti questa sconfitta, facciamone tesoro e concentriamoci sui prossimi avversari per conquistare i punti che serviranno ad ottenere la permanenza sicura nella categoria.
Storia diversa (ma con alcune analogie) per la Primavera che ha ottenuto ieri la 5° vittoria di fila in una rocambolesca partita vinta per 3 a 2 sull’Udinese ad Arenzano.  Con questi successi (16 punti in 6 partite del girone di ritorno dopo la manita subita a Roma dai Giallorossi), i Grifoni si isolano al quinto posto con 3 punti di vantaggio sulla Juventus (sconfitta in casa dal Napoli per 2-3) e si portano a soli 2 punti dal quarto posto occupato dalla Fiorentina che ha impattato per 3-3 con l’Inter in casa. Un ottimo cammino quello dei ragazzi di Mister Sabatini nel girone di ritorno, ottenuto anche grazie alla possibilità di aver potuto ripresentare la formazione titolare con i vari Altare (anche sabato tra i migliori e pure autore di una rete), Michowsky (più che mai capocannoniere e a segno), Zanimacchia (un pericolo costante per la difesa avversaria). Però, in effetti, mancavano 2 titolari: il difensore centrale Seno (afflitto da un problema fisico e discretamente sostituito da Zanoli) e l’esterno di centrocampo Piccardo che, inspiegabilmente, è stato lasciato in panchina (pur essendo risultato tra i migliori in campo a Torino nel trionfo con la Juventus e nel successo casalingo con la Lazio). Ora sotto con i prossimi 2 banchi di prova di maturità: Inter a Milano e Atalanta ad Arenzano. Qui la fase difensiva sarà fondamentale. Se i Grifoni riusciranno a superare questi 2 scogli si regaleranno una stupenda veduta sui playoff finali!
Per l’Under 15 c’è molto rammarico per la mancata vittoria sulla Pro Vercelli nel freddo polare di Voltri. Nonostante la doppietta dell’ottimo bomber Piccardo i nostri Grifoncini non sono riusciti a portare a casa i 3 punti (addirittura erano passati in svantaggio per 0-1 ad inizio ripresa): il risultato finale è 2-2. Per fortuna i ragazzi di Mister Gervasi mantengono il secondo posto in graduatoria aumentando di un punto il vantaggio sul Torino (portandolo a 3 punti) ma dovendo poi aspettare il risultato dell’incontro tra il Sassuolo ed il Novara che si giocherà il 7 marzo.
Ancora peggio si sono comportati gli Under 16 di Mister Oneto che hanno addirittura perso in casa per 0-1 sempre contro la Pro Vercelli, nostra bestia nera di giornata! I Grifoncini rimangono comunque sempre terzi perché anche la Fiorentina è stata sconfitta in casa dalla Juventus ma si vedono avvicinati minacciosamente dall’Empoli. Peccato: un’altra occasione sprecata!
Almeno l’Under 17 ha difeso l’onore Rossoblù contro i Bianchi della Pro Vercelli (stranissimo: le 3 under che, nella stessa giornata, affrontano lo stesso avversario!) vincendo, stavolta fuori casa, per 3-2 con reti di Rovella e doppietta del Lituano Klimavicius dopo essere stati sotto per 0-2. Con questo importante successo i ragazzi di Mister Chiappino consolidano il terzo posto portando a 5 i punti di vantaggio sulla Sampdoria sconfitta a Cremona.
Buona settimana a tutti anche se le previsioni annunciano per mercoledì e giovedì freddo polare e neve… Speriamo bene!
Francogrifo76 
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.