(Aggiornamento) Siete d’accordo o no con le scelte di calciomercato di Preziosi e le sue iniziative immobiliari?

Potete scrivere le vostre opinioni a redazione@pianetagenoa1893.net oppure sul nostro spazio di discussione su Facebook

10
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Raccontateci la vostra opinione sulle decisioni prese da Preziosi sul calciomercato del Genoa e sui suoi progetti immobiliari riguardanti il nuovo stadio con la Samp e altre nuove iniziative annunciate ieri a Telenord. Potete scrivere a redazione@pianetagenoa1893.net oppure sul nostro spazio di discussione su Facebook http://www.facebook.com/topic.php?topic=9576&uid=74798457750 

Vi raccomandiamo di non scrivere messaggi con insulti o contumelie gratuite: saranno immediatamente cestinati.

Vi aspettiamo numerosi

Lettere ricevute su redazione@pianetagenoa1893.net  

Paolo Manara paolomanara@tiscali.it– Sono tanto deluso. Mi sembra che il business sia l’unico comun denominatore di tutti i discorsi fatti dal presidente. Peccato, una stagione trionfale è dentro me, guastata. Naturalmente se la stragrande maggioranza dei tifosi è contenta e d’accordo sull’abbandonare il Ferraris, il presidente fa bene a portare avanti le sue idee. Personalmente, preferisco smettere di pensare al MIO GENOA. Non lo vedo più. Non lo trovo più. A Sestri Ponente, con quelli là, proprio non mi ci vedo. Spero mi torni l’entusiasmo

Simone Marino simone.marino@email.it – Gentile Direttore, la ringrazio per la risposta,che ho apprezzato e condivido in parte. Lei scrive “..Quello che possono fare i sostenitori è manifestare l’approvazione oppure il rifiuto delle scelte della dirigenza: lo si sarebbe dovuto fare non solo su Facebook, attraverso i numerosi gruppi di discussione e le firme raccolte da Noigenoani.net, ma anche in altre occasioni come allo stadio. Preziosi è un ottimo uomo d’affari, ma potrebbe anche sbagliare: tocca ai tifosi, naturalmente con i modi civili che hanno sempre adoperato, farglielo eventualmente capire”. I tifosi,a mio parere, dovrebbero fare i Tifosi e basta. Essere Tifosi (con la T maiuscola) non vuol dire contestare o dover far capire a chi tira fuori i soldi la strategia commerciale da intraprendere a maggior ragione quando chi spende è il Sig. Preziosi. Il domani che codesto Signore sbaglierà potremo anche discuterne (cosi come si fece nel 2005) ma fino ad allora dovremmo alzarci tutti alla mattina e dire una preghiera per quest’uomo. Lei mi scrive che m&m era un affare già concluso da tempo,ok ci credo,anche a fronte delle ultime dichiarazioni del Presidente. Basta questo perché una tifoseria riesca a sotterrare il ritorno in Europa,la dominanza cittadina,i due derby vinti,la coppa Italia Primavera,e non solo questo? Ma dove sono finiti i Tifosi? Probabilmente a causa delle mie scarse capacità di mettere per iscritto i pensieri non mi sono fatto capire. Ma il mio non voleva essere una critica alle “voci” o presunte tali di mercato, ma alla mia tifoseria.

Le notizie di giocatori sui giornali rimbombano solo quando i soggetti sono Campioni e non professionisti di serie B,”purtroppo” penso che dovremo abituarci..I fatti dicono che il Genoa CFC 1893 sta crescendo ma non i suoi tifosi. Se bastano le partenze di due giocatori importanti per fare crollare l’entusiasmo di una stagione esaltante allora siamo alla frutta. Ho letto parole davvero incoerenti della tifoseria,ingrate nei confronti di chi ci ha portato 5° in serie A. Nei confronti di chi non ha mollato quando chiunque lo avrebbe fatto. Non faccio di Preziosi un santo, non pendo dalle sue labbra né penso che si possa permettere di dire o fare ciò che vuole solo perché ci ha salvati dal fallimento o ci ha riportati in serie A ; ma finché i FATTI saranno a suo favore trovo assai poco intelligente,da parte di Noi tifosi, aprire la bocca senza accendere il cervello. E di cervelli “spenti” in giro se ne “leggono” parecchi. Per assurdo dovessero arrivare Crespo,Dembelè,G.Rossi,Lavezzi,G.Milito (ovvio che è un esempio) vuol vedere che saranno pronti a far finta di niente sulla questione m&m e stadio? E allora piantiamola con patetiche dichiarazioni e godiamoci il presente, che il futuro ci aspetta. Abbiamo pianto per gli ultimi 18 anni e adesso che possiamo giore non ne siamo più capaci. Lo sa perché ? Perche volevano la Champions e si attaccano ad altre cose per sfogare la rabbia di avere solo raggiunto l’ Europa League! Si ha vergogna di ammetterlo…almeno quello.

Anna Maria Zanetti a.zanetti3@tin.it – Ciao a tutti! Innanzitutto mi è piaciuto molto l’intervento di Simone Marino per il quale mi complimento! Io ho 57 anni e sono genoana da quando ho detto le prime paroline, la prima canzoncina che ho imparato da mio cugino che allora giocava nella Primavera era “Olio, petrolio, benzina da bruciare, per battere il Grifone ci vuol la Nazionale!”. Riguardo poi alle dolorose vendite dei nostri beniamini, spero tanto che la lungimiranza del presidente Preziosi, già dimostrata con gli acquisti dello scorso anno, sappia ottenere ancor migliori successi con la campagna acquisti attuale, direi quindi di lasciarlo lavorare in pace insieme al suo staff e al grande Gasperini, dando loro tutta la nostra fiducia!!! Allora basta con il mugugno, stringiamoci tutti attorno alla nostra squadra che ci darà certamente GRANDI SODDISFAZIONI! Grazie Genoa! Buon lavoro a tutti! Noi siamo con voi passo passo!!! Anna Maria

Andrea Bacci info@centroricambicucine.it Ma la finiamo una volta per tutte di continuare a piangere, Preziosi ha sempre dimostrato di saperci fare.

Poi e impossibile pensare di poter rinforzare la rosa senza cedere nessuno, non e moratti, o berlusconi.

Quindi calma e vediamo che squadra salta fuori, ma vedrete che non rimaniamo delusi.

Ciao a tutti e FORZA GENOA Andrea

Luisa” grifone2008@gmail.com sono profondamente delusa… e anche arrabbiata la storia si ripete… purtroppo…cambia il direttore d orchestra ma la musica è sempre la stessa

Simone Marino simone.marino@email.it – Gentile Redazione, Vi scrivo per esprimerVi un semplice concetto che spero venga semplicemente letto,non preso in considerazione. La Gradinata Nord,i tifosi in generale sono cambiati. Purtroppo. Lo so io,lo sapete Voi,lo sanno i muri. La Nord è morta nel 1995. Cosa intendo per Nord?non la gradinata,ma lo spirito che la rendeva viva. E’ difficile pensare il contrario. il Genoa non è sport,il Genoa è fede,un fenomeno sociale che accumuna senza distinzioni,il Genoa è “la famiglia” di ognuno di noi,ce lo portiamo dentro dalla nascita alla morte,anche fisicamente,con cimeli,insieme a quelli che magari ci hanno accompagnato per una vita,come la fede nuziale,la foto dei nostri figli. Il Genoa non è la serie X. E dico ciò perchè fortunatamente questo non è mutato. Ciò che è mutato è il modo di vivere il Nostro grande amore per questa maglia. Domenica scorsa abbiamo probabilmente raggiunto un traguardo che,personalmente,non riuscivo nemmeno a immaginare in quel maledetto agosto del 2005,al casello di Genova-Ovest. Ho sentito alcuni fischiare l’ingresso di Signorini Jr perchè “belin ma come puoi vincere coi primavera!!!” ; Ho visto la tribuna e i distinti svuotarsi a 10 minuti dalla fine,perchè “non si può pareggiare in casa col Chievo Veron a 2-2 !”; ho sentito ancora una volta un pubblico (perche questo siamo diventati) passivo venire trasportato dalle azioni considerate,dai tanti CT in gradinata,”buone” anzichè la Gradinata Nord trascinare il Genoa nei momenti di difficoltà. Ecco vede io sono giovane,ho solo 28 anni e di Genoa ne ho masticato poco se mi paragono a tanti altri tifosi.ma la voglia di Genoa in me stesso è probabilmente antica. Non mi riconosco più in questo “pubblico”. Considerando quindi chi Le sta,Vi sta,è uguale,scrivendo, mi chiedevo leggendo l’articolo su ciò che “ha detto” il procuratore di Ferrari Matteo, se non sarebbe bene evitare di riportare tutto ciò che la rete propone come verità assoluta. Soprattutto in uno spazio come questo (e non ad esempio www.xxxxxxxcalcioingenerale.com) letto da Genoani che non sanno più dove sbattere la testa. Le notizie di Motta e Milito hanno offuscato la ragione delle persone,hanno soppresso la gioia,hanno reso i volti “pallidi” per davvero. Non sarebbe il caso di fare tutti un bell’esame di coscienza?almeno Voi,che siete Genoani?E’ davvero questa informazione?c’e’ chi diceva “SE NON LEGGI I GIORNALI NON SEI INFORMATO,SE LI LEGGI SEI INFORMATO MALE”…con questa mia breve lettera non ho la p resunzione di cambiare il mondo,ci mancherebbe,non so nemmeno io il perchè sto scrivendo. Forse il mio è solo uno sfogo,in un periodo in cui dovrei esser felice,ma non posso.Perchè i tifosi,i miei e Vostri tifosi,sono più importanti di Milito e Motta,ve lo assicuro. Forza Genoa!

Riccardo Chifari (email: lemamme@fastwebmail.it)

…tu quoque..Marcus!!!ma di chi ci possiamo fidare?!?

Risponde il direttore

Cari Riccardo (grazie per la dotta citazione latina) e Simone, avrete sicuramente notato che poco dopo la spedizione delle vostre lettere il presidente Preziosi ha annunciato la cessione di Milito e Thiago Motta all’Inter. Se vi ricordate bene, nel primo mese di vita di Pianetagenoa1893 non abbiamo scritto nulla al riguardo: volevamo prima verificare attentamente la veridicità delle trattative sui due giocatori, riportate da numerosi quotidiani. Io stesso, mi ero espresso scettico al riguardo. Negli ultimi 15 giorni abbiamo deciso di seguirle, poiché le nostre verifiche ci avevano detto che era tutto vero. Poiché il nostro dovere, come quello di tutti i colleghi delle testate che si occupano di calciomercato, è quello di informare correttamente i lettori, abbiamo deciso di raccontare anche tutte le prossime mosse del Genoa ovviamente verificandone l’esattezza. E’ quello che abbiamo fatto intervistando i procuratori di Matteo Ferrari e Fabiano Santacroce (per lo scambio ipotetico con Bocchetti). E vi racconteremo di tante altre cose ancora: l’importante è che siano sempre notizie vere e non chiacchiere da bar. Con rispetto parlando, trovo errato l’atteggiamento di infilare la testa sotto la sabbia come fanno purtroppo alcuni tifosi: i giochi per Milito e Motta erano già fatti da tempo. Il Genoa è un’azienda e ha una politica ben precisa, che purtroppo confligge con il cuore dei tifosi: valorizzare o recuperare campioni per poi fare cassa e reinvestire. Finora è andato sempretutto liscio: dunque la politica è vincente. Quello che possono fare i sostenitori è manifestare l’approvazione oppure il rifiuto delle scelte della dirigenza: lo si sarebbe dovuto fare non solo su Facebook, attraverso i numerosi gruppi di discussione e le firme raccolte da Noigenoani.net, ma anche in altre occasioni come allo stadio. Preziosi è un ottimo uomo d’affari, ma potrebbe anche sbagliare: tocca ai tifosi, naturalmente con i modi civili che hanno sempre adoperato, farglielo eventualmente capire.

Un saluto rossoblù

Marco Liguori

Giovanni g.guascone@libero.it – RAGAZZI,PER IL DOPO-MILITO CHE COLPO SAREBBE ”DEMBELE’ DELL’AZ !! L’HO VISTO DAL VIVO DIVERSE VOLTE,UN ULTIMA PROPRIO A MARASSI NELL’AMICHEVOLE CON IL GENOA; FORTE FISICAMENTE,TIRO MOLTO BUONO E VISIONE DI GIOCO INVIDIABILE-IN PIU UN OTTIMO FINALIZZATORE- LO VEDREI MOLTO BENE AL FIANCO DI FLOCCARI,SULLA FASCIA; ALTRO CHE ACQUAFRESCA..PENSO PROPRIO SIA UN RAGAZZO DESTINATO AD ALTI TRAGUARDI-(speriamo almeno che i soliti ”noti”,inter,milan e juve(anche fiorentina) non facciano offerte… CARI SALUTI A TUTTI I CUORI ROSSOBLù GIOVANNI

Carlo Attisano domedweller2@yahoo.com – Per me la cessione di Milito non ha senso. Lui e’un individuo che e’ voluto tornare qui’ e ha rischiato di giocare nella B spagnola per essere accontentato. I soldi fanno ancora meno senso,il Genoa non ne ha bisogno per far quadrare il bilancio,e poi li spenderebbe su altri giocatori sperando che qualcuno di loro si avvicinerebbe alla classe di Milito. Per Milito,lui avrebbe guadagnato in Ingilterra,l’anno scorso piu di quanto l’Inter lo pagherà.

Grazie per l’accoglienza Carlo

Lettere ricevute su Facebook

Lorenzo Cargiolli – “OMMMio Dio…. La trivela….. Aiuto….”

 

Carlo Gentile – “E’ un imprenditore…e sta facendo il suo lavoro…poi grazie alle società che fanno offerte da capogiro la gente scappa…quelle sono pericolose.Cmq sono 3 anni che si va sempre più su….fiducia massima!!!!!!”

Mary Boracchi – “Io credo che Preziosi abbia dato anche più di una bella spinta ed è troppo cmodo colpevolizzare Diego in questo modo. io credo che sia davvero legato a questa maglia, indipendentemente dal fato che se ne va. noi non sappiamo come stanno veramente le cose, non giudichiamolo, non è giusto. pensate davvero, ad esempio, che fosse libero di comunicare prima la sua partenza per Milano? riflettete. io credo proprio di no. ed anche se devo darefiducia a questa società pr ciò che ha fatto finora, certe scelte mi lasciano quantomeno perplessa. l’altra sera alla tv il presidente ha dichiarato di non essere sentimentalista ma solo un uomo pratico. ok. peccato che il Genoa per me tutto è, tranne razionalià. io Diego lo porterò nel mio cuore per sempre e non dimenticherò mai quello che ci ha dato. mi auguro che lo saluteremo come merita perchè SE LO MERITA. ho una sola preghiera per il ns. Presidente: d’ora in avanti, eviti il paragone con Borriello. Milito è tutta un’altra cosa”.

Giuseppe De Pasquale – “non vale una scarpa di bocchetti quello li….ce ne vogliono 5 di santacroce…”

Giuseppe De Pasquale – “le bandiere non ci sono piu’….perchè vi stupite???…sono tutti mercenari che corrono dietro ai soldi…l’importante è che quando indossano la nostra maglia corrano e sudino il piu’ possibile…io per trent’anni ho cantato solo per il genoa…non per i calciatori i presidenti o altro…..SOLO PER LA MAGLIA!!!!!!….”

Francesca Casapietra – “ma roba da matti! Sono senza parole. Forza grifone!”

Cinzia Pavasino (riferito al nostro post su Viviano che non sa nulla del Genoa) “Ci voleva, almeno parla !” 

 

Alessandro Frisone  – “Con il cuore non sono d’accordo ma nel calcio non c’è piu’ spazio ai sentimenti e sei vuoi ,prima o poi , vincere occorre ragionare come sta facendoPreziosi…floccari e i vari nomi che si sentono in giro mi sembrano OTTIMI sono molto fiducioso.Per quanto riguarda lo stadio ,ora ci vado a piedi, vale lo stesso discorso dei giocatori , Il Ferraris è sempre stato lo stadio del Genoa e pensare di andare a giocare in un altro magari a ponente e costruito insieme a quelli della delegazioni mi darebbe fastidio..ma imprenditorialmente non fa una piega…Per tutte le altre iniziative relative ad assets …sono fatti suoi ma a me fa piacere che cominci ad investire anche nella città e non solo nel Genoa… Il futuro sarà roseo!Intanto godiamoci il ritorno in Europa…”

 

Carlo Gentile – “beh certo che se si vuole giocare a certi livelli,bisogna pure che la società

investa in altre risorse…e cmq se non viene giù il carcere e chiaro che Preziosi prenda un’altra strada…”

Ilaria Fabbiani – “per il calcio mercato è ancora troppo presto per vedere come vanno le cose solo alla fine si potranno giudicare le scelte fatte…x quanto riguarda lo stadio non lo cambierei per niente al mondo amo quello stadio….è nostro il ferraris e basta….che la zamp si costruisca il suo….”

Andrea Ibatici – “fiducia totale”

Annabianca Maccaferri – “Massima fiducia…..abbiamo un Presidente che capisce di calcio…..Facciamo pressioni sul comune regione enti locali e quant’altro per spostare le carceri ..assurde nel centro citta—-“

Enrico Poggi – “sino ad oggi il presidente ha dato prova della sua abilita nel comprare e vendere giocatori .se poi penso adove eravamo qualche anno fa….e nelle mani di chi non ho dubbi.grazie a diego grazie a thiago benvenuti a chi arrivera….i giocatori passano il genoa resta!!!!!!!!!”

Patrizia Poggi – “Enri anche il ferraris resta….quello è il tempio e nessuno lo devo toccare…”

Paola Bizzarri – non credo a quello che ho letto sul giornale: preziosi e garrone uniti per il nuovo stadio… Presidente e il nostro FERRARIS??? non so cosa pensare noi abbiamo una storia quello e’ il nostro tempio e ci vuole spedire a trasta??? beh io non vengo!!!! A trasta mai!!!!!!

Fabio Ferrari – “ma dai su….crespo, ma per favore!!!!! Vendiamo milito per far cassa e perchè ha

30 anni e prendiamo sto derelitto?”

Francesca Casapietra – quando ieri sera ha annunciato l’accordo con l’Inter per milito e motta mi è venuto il magone…..poi ho ascoltato le sue parole e l’ho visto sicuro e fiducioso e un pò mi sono sollevata ma la tristezza è rimasta, soprattutto per la partenza del principe, perchè lui si è sempre dichiarato attaccato alla maglia del genoa e noi l’abbiano considerato sempre “uno di noi”.Lo sò che è romantico (come dice il Presidente) e oggi il calcio non lo è più, ma che ci posso fare? Io il genoa lo vivo così. Piansi anche quando se ne andò aguillera….Vorrei che esistessero più calciatari come il ns. Rossi, o Del Piero o Totti… quelli cioè attaccati alla maglia oltre che ai soldi. Sono sicura che una bella spinta verso l’Inter a diego gliel’abbia data proprio Preziosi ma penso anche che l’abbia fatto per il bene della società e della squadra.Per quanto riguarda Motta , beh uno che vuole una clausola di essere ceduto se un’offerta migliore arriva, si commenta da se! In ultimo: Il Ferraris non si tocca!

Francesco Maggi – Passi per i giocatori, mi fido abbastanza della società. Ma Preziosi deve capire bene una cosa: il Ferraris non si tocca!!!

De Nunzio Andrea – passi milito ma thiago motta no!!! mi dispiace ma farò uno striscione con scritto thiago iscariota perche proprio come giuda non ci mostra il minimo rispetto e riconoscenza…lo abbiamo preso dopo che nessuno in europa scommetteva su di lui ..e per ringraziarci va pure all inter …sono schifato … e poi perche acquafresca dobbiamo darlo a meta ad un altra squadra?? L’ unico e’ marco rossi !!! GRANDE CAPITANO

Monia Fede  – “siamo il trampolino di lancio dell’inter,ci compra i giocatori da rivalutare e se li rivende una volta rinati qui a Genoa!!!”

Mauro Lupino – “Stiamo calmi …Ora le voci corrono , ma poi tutto o in parte verrà smentito …”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.