Valeriano Fiorin: “Un saluto ai tifosi del Genoa, sono sempre nel mio cuore”

L’ex arbitro genovese Danilo Ceccherini, ha incontrato su un treno per Venezia l’ex mediano rossoblù dei tempi della Coppa Uefa: oggi allena i dilettanti del Cadoneghe

194
Valeriano Fiorin
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ la settimana che precede il derby di Genova: pubblichiamo il racconto inviato dall’ex arbitro Ceccherini sull’incontro con l’ex centrocampista del Genoa Valeriano Fiorin che segnò un fantastico gol in Genoa-Liverpool 2-0 nella Coppa Uefa 1991-92.

Nel calcio moderno il sentimento, la poesia, la passione, sono scemati a favore del business e del denaro. Ma un giorno di vacanza pasquale  a Venezia – di rientro col treno verso Mestre – chi trovo davanti a me seduto? Un personaggio che dal viso mi sembrava conoscere, ma inizialmente mi sono fermato alla curiosità.

Poi la persona che era di fronte a me si è incuriosita per il mio accento ligure. Una parola tira l’altra, ed è iniziata una piacevole conversazione.

Mi chiede: “Ma tu sei genoano o sampdoriano?”. Ed io timidamente “Sono un ex-arbitro, comunque sampdoriano. Ed allora – prosegue lui sorridendo – non possiamo andare d’accordo!”.

Perche, tifi per il Genoa?” gli chiedo. Sono stato a Genova cinque anni ed ho giocato nel Genoa!” risponde orgogliosamente. E in quel momento, si aprono i ricordi: è Valeriano Fiorin, il “dodicesimo” giocatore mai titolare ma sempre titolare ai tempi del prof. Scoglio e della prima cavalcata Uefa! Parliamo velocemente di tutto: dall’euro-goal al Liverpool in coppa Uefa, al rapporto ottimo con Scoglio che lo faceva giocare sempre a quello buono con Bagnoli anche se giocava meno. “Ma è un gran signore ed una persone seria – dice Fiorin – come peraltro lo era il professore”.

Valeriano Fiorin con l maglia del Genoa (Foto Wikipedia)
Valeriano Fiorin con l maglia del Genoa (Foto Wikipedia)

Ed in questa breve chiacchierata, mi ha colpito la sua umanità, la simpatia, e la sua attuale “normalità” di una professione di allenatore nei campionati dilettantistici veneti, vicino alle sue origini, alla sua famiglia. Già che ci siamo – mi dice sorridente prima di scendere dal treno – salutami tanto i tifosi rossoblù, che ho sempre nel cuore”.

Sicuro, grande Valeriano.

Per me questo resterà un bel ricordo, un incontro “Amarcord” per me di grande valore, di un calcio vero ed umano che purtroppo è sempre più raro trovare.

Danilo Ceccherini

Danilo Ceccherini
Danilo Ceccherini

CLICCA QUI PER LEGGERE L’INTERVISTA DI PIANETAGENOA1893.NET A VALERIANO FIORIN SUL GOL AL LIVERPOOL

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.