Torino, Mazzarri: «Oggi contava soltanto passare il turno»

l tecnico granata: «La rivoluzione in difesa? Sono stato obbligato. Avevo paura a mettere Nkoulou e Izzo. E Bonifazi è stato bravo»

568
Mazzarri Torino
Walter Mazzarri (dalla pagina Twitter del Torino)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dopo il triplice fischio di Sacchi, è il Torino a passare il turno, con una vittoria arrivata solamente dopo i calci di rigore. Dopo una gara combattuta fino al 120esimo, il tecnico granata Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni:

 

«Non sono per niente deluso dalla prestazione della squadra, anche se dispiace il rosso a Meité anche se forse non c’era. L’importante era passare il turno».

 

Sulle difficoltà vissute durante la gara:

 

«Avevamo nove infortunati e tre acciaccati, e si gioca ogni tre giorni. Oggi contava soltanto passare il turno, se volete vi dico i numeri: ma su questo campo era difficile far girare bene il pallone. Meritavamo di segnare prima di loro, abbiamo tirato più di loro, erano tutti freschi e noi dovevamo giocare con gli stessi. La coppa Italia è difficile, tutto il resto è aria fritta».

 

Sulla prossima sfida col Bologna:

 

«E’ difficilissimo, giochiamo alle 15 dopo due notturne. Sarà una partita molto complicata, ma proprio tanto. Anche perché abbiamo fatto pure i supplementari. Che ore sono adesso? Abbiamo pochissimo tempo».

 

Sulla rivoluzione apportata in difesa:

 

«Sono stato obbligato. Avevo paura a mettere Nkoulou e Izzo. E Bonifazi è stato bravo, ho un bel gruppo e sono contento degli uomini che ho. Domani faremo la conta e vedremo chi sarà disponibile e chi no».

 

v

 

«».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.