Spolli esultò nel 2011 al gol di Boselli: “Il calcio regala storie bellissime”

Il nuovo difensore del Genoa ricorda la sua esultanza sul charter del Catania: la rete del connazionale, indimenticabile per i tifosi rossoblù, regalò la salvezza agli etnei

190
Spolli marca stretto Zapata (Foto Paolo Rattini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Ho trovato un gruppo unito, importante, con diversi giocatori argentini come me. Nelle partite a Marassi da avversario ho sempre apprezzato il calore di un pubblico come quello del Genoa”. Nicolas Spolli racconta al sito ufficiale rossoblù le prime impressioni dopo l’inizio del ritiro a Neustift. Al nuovo difensore rossoblù piace molto una particolarità del tifo genoano: “Il clima allo stadio mi ricorda le sfide e i derby in Argentina. Le stesse sensazioni di quando giocavo a Rosario. Una passione esagerata. La storia del club, la gente, la città. Spero proprio di fare una grande annata”. Spolli è alto 1,94: questa sua caratteristica lo pone come un “acchiappa palloni” nell’area di rigore. “Mi metto a disposizione, in difesa posso variare i ruoli”.

La storia degli incroci del passato tra Spolli e il Grifone regala un ricordo bellissimo che entusiasmerà i tifosi rossoblù. Il difensore festeggiò nel maggio 2011 sul charter di ritorno da una trasferta col Catania il gol di Boselli che diede il trionfo al Genoa in un derby: una rete che consentì alla sua squadra di salvarsi. Il giocatore fu immortalato in un video che diventò virale in rete. “Il calcio regala storie così. Conosco le grandi tradizioni – prosegue Spolli – che i giocatori argentini vantano nel club, Milito è stato un simbolo, non solo lui. In questo ritiro dobbiamo puntare a crescere a livello fisico e avvicinarci alle richieste di mister Juric. Penso che sarà un campionato più equilibrato rispetto all’anno scorso, valutando come si stiano muovendo le neopromosse”.

Spolli conclude con i propositi per la prossima stagione: “Sotto il profilo personale ho tanta voglia di rimettermi in gioco. Il primo obiettivo è la salvezza. Sarà fondamentale fare punti subito, poi si vedrà strada facendo”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.