Sebastiani: “Ci vuole un assegno a doppia cifra per prendere Lapadula”

Il presidente del Pescara avvisa il Genoa e tutte le pretendenti per l'attaccante

53
Lapadula in dribbling (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

 

 

“Come ho già detto in passato, fino a questo momento ho già ascoltato tutte le proposte che mi sono arrivate per educazione, ma ora siamo impegnati con i play off quindi i discorsi di calciomercato sono tutti rimandati al loro termine”. Daniele Sebastiani è molto chiaro a Radiosei (ripreso da Alfredo Pedullà e Goal.com) sul futuro di Gianluca Lapadula.

Il presidente del Pescara conferma i contatti avuti finora: “La Lazio? Con Claudio Lotito e Igli Tare abbiamo fatto un pranzo a Roma per parlare di Lapadula. Ho avuto altri colloqui anche con il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, con i dirigenti del Genoa e anche con quelli della Juventus. Come ho già detto, ho declinato tutte le offerte arrivate e se ne riparlerà a fine stagione. Se serve la doppia cifra per portarsi a casa Lapadula? Io direi proprio di sì: se Lapadula avesse tirato anche i calci di rigore durante il campionato, avrebbe segnato più gol di Gonzalo Higuain. Io dico che Lapadula è un mio giocatore e chi vuole acquistarlo deve tirare fuori i soldi”.

 

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.