Sculli e Palladino: la strana coppia del gol

L'attaccante calabrese punta a migliorare il proprio record personale di otto gol: il napoletano è pronto a offrire i suoi assist deliziosi ai compagni

26
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sculli e Palladino, la strana coppia. L’attaccante calabese che, dopo aver realizzato otto gol eguagliando il suo record personale indossava la maglia del Modena, vorrebbe migliorare con un altro gol; invece il napoletano pronto a serire i compagni con i suoi assist deliziosi. ParlaSculli: «Mi farebbe felice, soprattutto se valesse la vittoria che ci serve come il pane. Dovremo dare il massimo con un’Atalanta che, all’andata, giocò una signora partita e meritò il punto. E’ inutile fare calcoli, scrutare tra le pieghe del calendario a quattro turni dalla conclusione. Dobbiamo cercare di vincere in casa e in trasferta, se vogliamo restare appesi al sogno Champions». Gli fa eco il “Palla”:  «Profumo di gol? Le reti valgono come gli assist e a me danno la stessa gioia. Penso che a Bergamo sarà una gara decisiva e, nel bene o nel male, condizionerà il nostro piazzamento finale».

Un pensiero alla Fiorentina che a un punto avanti al Genoa. Palladino avvisa i viola di un rischio particolare: «siamo consapevoli dell’importanza, ma anche determinati a non farci scappare l’occasione, per vedere di recuperare terreno sulla Fiorentina. Chi sta davanti, a mio avviso, ha più pressioni: meglio inseguire che fare da lepre». Sculli cavallerescamente ammete che «se la Fiorentina poi si dimostrerà più brava, alla fine ci complimenteremo con gli avversari. Di sicuro è un duello appassionante, di sicuro in noi c’è la convinzione di potercela fare. Ma comunque vada, resterà una stagione da incorniciare».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.