Sandro: “Come si affronta la Juventus? Con calma e semplicità”

Il centrocampista brasiliano ai microfoni del sito ufficiale del Genoa: "Il calcio per me è fatto di cose semplici. Dobbiamo mantenere la lucidità necessaria ed eseguire le istruzioni che il mister fornirà"

612
Sandro (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Con il Parma abbiamo sbagliato. Dovevamo mettere pressione, chiuderla quando gli avversari erano in difficoltà”. Sandro, regista rossoblù, fa il mea culpa ai microfoni del sito ufficiale del Genoa, spiegando cosa è mancato nell’ultimo turno al Ferraris perso per 1-3. Il centrocampista spiega come si dovrà affrontare sabato prossimo la terribile Vecchia Signora, avviata a vincere l’ennesimo scudetto mentre in Champions League è rimasta ancora a bocca asciutta: “Il calcio per me è fatto di cose semplici. La semplicità che dovremmo mettere in campo con la Juventus, facendo attenzione a restare calmi, mantenendo la lucidità necessaria ed eseguendo le istruzioni che il mister fornirà. E poi andiamo a divertirci. Con rispetto, senza timori. Per esprimere il nostro potenziale”.

Sandro sembra un filosofo: una dote che potrebbe servire per il prosieguo del torneo, irto di difficoltà per raggiungere la salvezza. “Sono dell’idea che se cerchi il successo e lavori duro, ce la puoi fare. L’esperienza mi ha insegnato questo. Giocare con la Nazionale è stato un momento molto alto”.

Il giocatore brasiliano chiude con un auspicio bellissimo verso il Grifone e Genova: “A 29 anni ho vissuto in Brasile, Inghilterra, Turchia, Italia. Ho giocato per club importanti e lo dico a voce alta: mi piacerebbe restare a lungo. C’è una bella aria al Genoa. E’ un club carino, ha tifosi spettacolari. E siamo un buon team”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.