Sabatini:”Volevamo riscattare la sconfitta di Milano. Rollandi? La sua presenza è stata fondamentale”

Il tecnico del Genoa Primavera:"Per vincere le partite in questo campionato c'è sempre bisogno di sofferenza, perchè le squadre sono tutte forti e importanti"

53
Carlo Sabatini tecnico del Genoa Primavera (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Altra importante vittoria per i ragazzi di mister Sabatini che riescono a battere in trasferta l’Udinese per 0-2 riscattando la sconfitta subita contro il Milan nella scorsa sfida di campionato. I Grifoncini passano fin da subito in vantaggio con un grandissimo gol di Zanimacchia dai 20 metri e archiviano la pratica di Udine con la rete nei minuti finali di Micovschi. Partita che certamente non ha tradito le aspettative, con le due squadre che si sono date battaglia per tutto il campo, lottando strenuamente su ogni pallone. Al termine della sfida il tecnico della Primavera del Genoa  è stato raggiunto dai microfoni di Pianetagenoa1893.net. Ecco le sue dichiarazioni.

 

Grande vittoria. Partita sofferta in alcuni casi, ma che riscatta la sconfitta contro il Milan

 

“Noi ci tenevamo a riscattare la sconfitta di Milano, anche perchè al di là di com’era andata, visto che la partita era stata equilibrata, i ragazzi erano certi di non aver dato il massimo. Oggi invece hanno reagito alla grande e fatto un’ottima prestazione. Per vincere le partite in questo campionato c’è sempre bisogno di sofferenza, perchè le squadre sono tutte forti e importanti, quindi che ci sia sempre da soffrire è scontato. I ragazzi hanno fatto un’ottima gara, hanno concesso pochissimo e abbiamo avuto diverse occasioni per chiuderla prima, ma va bene così”

 

Ottima prestazione da parte di tutti i suoi ragazzi, ma si può dire che questi 3 punti siano stati conquistati anche grazie ai riflessi di Rollandi sulla conclusione all’89’ di Ndreu?

 

“Sicuramente. tra l’altro indipendentemente dalla parata, che secondo me non era neanche difficilissima per lui, oggi ha fatto molto bene. ha avuto un atteggiamento molto importante, è stato sempre molto sicuro, ha infuso grande sicurezza a tutto il reparto difensivo. La sua presenza è stata fondamentale al di là della parata che è stata comunque molto importante”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.