Sabatini: “Soddisfatto dei miei ragazzi. Siamo sulla strada giusta”

"La squadra sembra essere tornata quella di un mese fa. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo" ha continuato il tecnico della Primavera

105
Mister Sabatini (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Termina con un punto per parte la sfida di Arenzano tra Genoa e Napoli valida per la 16ª giornata di Primavera 1. Partita ricca di azioni e di grandi giocate da entrambe le compagini, con i partenopei che passano in vantaggio subito dopo il fischio d’inizio con Donascimento e i grifoncini bravi a reagire allo svantaggio e a trovare il pareggio con un gran tiro al volo di Oprut sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Pareggio che forse sta stretto ai ragazzi di mister Sabatini visto il loro approccio nel primo tempo e le due occasioni sprecate da Zanimacchia che prima si fa parare il rigore del 2-1, poi in contropiede calcia addosso all’estremo difensore azzurro nel finale.  Al termine della partita il tecnico della Primavera rossoblù è stato raggiunto dai microfoni di Pianetagenoa1893.net. Ecco le sue dichiarazioni.

 

Una buona prestazione da parte della sua squadra, ma il punto è forse un po’ stretto per quello che si è visto nel primo tempo.

 

L’aspetto positivo è che la squadra sembra essere tornata quella di un mese fa come intensità di gioco e intensità in fase di non possesso. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo dove probabilmente meritavamo di più e soprattutto abbiamo reagito a questo svantaggio iniziale che ormai è diventata una consuetudine. Prendere gol alla prima azione avversaria è una cosa assolutamente grave, però c’è stata un’ottima reazione. Nel secondo tempo siamo un po’ calati, abbiamo avuto un calo fisico anche perchè il primo tempo è stato veramente dispendioso. Abbiamo concesso un po’ troppo agli avversari, ma abbiamo avuto occasioni importanti”

 

Sembra proprio che la sua squadra abbia delle difficoltà a carburare. Lo dimostrano i gol presi nei primi minuti di gioco oggi col Napoli, con la Roma e con l’Hellas.

 

Purtroppo è un canovaccio che si ripete e non è una casualità. Forse è subentrato un pochino di timore, i ragazzi hanno perso fiducia. Questo è fuori discussione e sotto gli occhi di tutti. Ne stiamo venendo fuori con molta determinazione e tanta fatica, però non ne siamo ancora fuori del tutto. Cerchiamo di recuperare i giocatori che mancano. Purtroppo ne mancano sempre due o tre ogni partita e sicuramente incide anche se i sostituti stanno facendo molto bene. Evidentemente, però, la partita di oggi sembrerebbe dire che siamo sulla strada giusta. Lo voglio sottolineare”

 

A proposito di assenze oggi si è visto l’impiego di Landre.

 

Il ragazzo è venuto a darci una mano ed è stato molto bravo. Anche lui è parecchio che non giocava e ha avuto un lieve calo nel finale, ma sono giocatori di esperienza e personalità che hanno rassicurato gli altri elementi della difesa e in generale di tutta la squadra. Abbiamo cercato di farlo venire con questa idea oltre che per fargli fare una partita anche per dare più certezze alla squadra”

 

Non una grande prestazione quella offerta oggi da Zanimacchia.

 

No, perchè lui è troppo responsabilizzato e come spesso gli capita tende a strafare. È una cosa positiva perchè vuol dire che ci tiene e che questa maglia se la sente addosso e vuole essere il capitano e trascinatore di questa squadra, però allo stesso tempo a volte diventa una cosa negativa perchè è frenetico in campo. È anche vero che veniva da un lungo stop. ha fatto la partita di Roma e quella di oggi. Probabilmente il miglior Zanimacchia lo vedremo dalla prossima in poi. Bisogna però sottolineare che insomma, rigore a parte, può e deve fare meglio”

 

Cosa mi può dire della condizione di Silvestri?

 

“Ci siamo preoccupati molto, perchè la dinamica era quella del legamento o di uno strappo muscolare. Comunque c’è stata un’iperestensione del ginocchio, ma sembrerebbe essere solo un colpo forte. Numericamente a centrocampo non siamo tanti, quindi speriamo che martedì alla ripresa la contusione sia assorbita completamente”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.