Sabatini: “Gara difficile vinta contro una grande squadra”

Il tecnico della Primavera rossoblù: "Nell'ultima gara avevamo dato qualche segnale di risveglio e oggi abbiamo fatto bene soprattutto a livello difensivo rischiando veramente poco. Zanimacchia? Ha riscattato il rigore sbagliato contro il Napoli"

62
Carlo Sabatini incita i suoi ragazzi in Sampdoria-Genoa 1-2 coppa italia primavera (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

I segni di un risveglio si erano già visti sabato scorso nella sfida casalinga contro il Napoli, dove i grifoncini avevano risposto ottimamente all’immediato vantaggio partenopeo e avevano rischiato in più occasioni di trovare la rete del vantaggio. Oggi finalmente sono arrivati i tanto agognati tre punti. I ragazzi di mister Sabatini si sono resi protagonisti di un’ottima prova nel difficile campo di Vinovo (nel quale i pari età della Juventus non perdevano da ottobre) trovando la rete dalla vittoria su una punizione calciata ottimamente da capitan Zanimacchia. Non nasconde la sua gioia il tecnico della Primavera rossoblù che dopo il ritorno al successo ha così parlato ai microfoni di Pianetagenoa1893.net:

 

Torna finalmente la vittoria che mancava da ormai troppo tempo

 

“Assolutamente, ci voleva. Nell’ultima gara avevamo dato qualche segnale di risveglio e oggi abbiamo fatto bene soprattutto a livello difensivo rischiando veramente poco. Bravi anche a sfruttare le occasioni. Abbiamo avuti anche la palla per raddoppiare e chiuderla prima, però va bene così”

 

La vittoria è forse più dolce se si pensa che si è battuta una squadra che non perdeva in casa da ottobre

 

“Loro sono cresciuti molto. Sono risaliti molto in classifica, quindi era sicuramente una partita complicata. Effettivamente però la nostra voglia di vincere era veramente forte. I ragazzi hanno dato tutto e siamo stati giustamente premiati”

 

Zanimacchia ha dimostrato come le punizioni siano una sua specialità

 

“Abbiamo due giocatori importanti che possono battere le punizioni, perchè c’è anche Micovschi. Per fortuna sono uno sinistro e uno destro, quindi possiamo gestire bene le palle inattive. Aldilà del gol su punizione, che comunque per un attaccante far gol è sempre importante, ha riscattato l’errore su rigore dell’ultima gara. Tra l’altro ha fatto un’ottima partita, perchè oltre alle ripartenze sia lui che Salcedo hanno veramente aiutato tanto la squadra in fase difensiva come giusto che sia. Ho loro spiegato a inizio gara come anche i grandissimi attaccanti delle grandi squadre lo fanno e a maggior ragione lo devono fare pure loro che sono ai primi passi. Sono molto contento per questo loro atteggiamento”

 

Soffermandoci un attimo sul reparto difensivo, cosa può dire della prestazione dei suoi ragazzi? Capaci di neutralizzare tutte le percussioni offensive bianconere

 

“Abbiamo fatto bene. Chiaramente Altare è per noi un elemento importante perchè ha fisicità, esperienza e personalità e per questo è un recupero fondamentale, ma aldilà di quello hanno fatto molto bene anche Seno e Oprut e soprattutto anche Piccardo. Anche Micovschi ha fatto il suo ma tende a stare un po’ più avanzato. Però il reparto difensivo bene perchè è stato supportato da tutta la squadra. Quello che vado sempre dicendo e spiegando ai ragazzi e non mi stancherò mai di ripeterlo è che le fortune della fase difensiva le fa la squadra nel suo insieme. Finalmente siamo riusciti a non prendere gol, tra l’altro in una partita difficile contro una grande squadra e questo ci deve dare la spinta per fare ancora meglio nelle prossime gare”

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.