Sabatini a PG: “Col Torino sarà una sfida da dentro o fuori”

"Non siamo completamente soddisfatti nonostante un pareggio a Firenze sia buono. Ci aiuta poco ai fini della classifica" ha continuato il tecnico della Primavera rossoblù

59
Sabatini
Sabatini (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Termina con il risultato di 2-2 la sfida tra Fiorentina e Genoa, con i rossoblù che ritornano a casa con un punto che poco aiuta nella lotta contro Torino e Milan per l’ultimo biglietto per i play-off. E sabato prossimo al “Gambino” di Arenzano ci sarà proprio il match contro i granata. Non può dirsi pienamente insoddisfatto mister Sabatini, poichè ha visto un ottimo gioco espresso dai suoi ragazzi, che al 27′ del primo tempo sono passati in vantaggio grazie alla rete di Oprut. Continuano imperterriti, però, i blackout della difesa, che oggi hanno permesso ai viola di realizzare due gol nel giro di pochi minuti con Sottil. A salvare la giornata è stato poi Sibilia, il quale ha pareggiato i conti con una conclusione da fuori. All’uscita dagli spogliatoi il tecnico della Primavera rossoblù è stato raggiunto dai microfoni di Pianetagenoa1893.net. Ecco le sue dichiarazioni:

 

“In termini assoluti abbiamo ottenuto un buon risultato, perchè la Fiorentina è una delle squadre più forti e veniva da un periodo importante nel quale ha raggiunto la finale del Viareggio e ha ottenuto una serie di vittorie consecutive. In termini di validità di risultato ci siamo, ma la partita ha detto che la potevamo vincere e purtroppo ultimamente stiamo sprecando troppe occasioni importanti. Non siamo completamente soddisfatti nonostante un pareggio a Firenze sia buono. Ci aiuta poco ai fini della classifica”

 

Oggi avete avuto un inizio di secondo tempo quasi da incubo, con un blackout che poteva costarvi molto caro

 

“I soliti blackout che ci portiamo dietro dall’inizio dell’anno e a cui non riusciamo a porre rimedio. Non è una questione di modulo. Abbiamo queste pause e magari subire il gol ci spaventa per qualche minuto e ce ne fa prendere un altro. Poi magari, come oggi, ci riprendiamo, però determinano il risultato finale e non vinciamo partite che dovremmo vincere”

 

Peccato non essere riusciti a sfruttare la superiorità numerica nel finale

 

“Non è stato lungo, però non abbiamo avuto occasioni, ma situazioni importanti dove magari abbiamo sbagliato il cross o l’ultimo passaggio che ci hanno impedito di sfruttare appieno questo vantaggio”

 

La prossima sfida vi vedrà affrontare il Torino: una delle pretendenti all’ultimo posto per i play-off

 

“Sarà un dentro o fuori. Per rientrare in gioco ci rimane questa possibilità di batterli e ci proveremo in tutti i modi, perchè è vero che stiamo prendendo qualche gol di troppo, è vero che subiamo qualche situazione negativa, ma è anche vero che la squadra è sempre viva e gioca, costruisce. Cercheremo di fare bene e di non avere quelle pause che ci stanno togliendo tanti punti”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.