Rubinho: «Il Genoa ha un’identità  forte». Biava: «Nessuno può impedirci di sognare»

Due dei protagonisti di questo grande campionato del Genoa, Rubinho e Biava, raccontano le rispettive impressioni dopo la vittoria sulla Reggina

29
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Se il Genoa mantiene con autorità il quarto posto della classifica il merito è anche di chi contribuisce a mantenere inviolata la porta. A tal proposito, due dei principali protagonisti sono il portiere Rubinho ed il difensore Biava, autori di una buona gara anche a Reggio Calabria.

«E’ stata una vittoria importantissima – sostiene il portiere – perché vincere in trasferta è sempre difficile. La Reggina, a dir la verità, non si è dimostrata molto forte ma il merito va anche a noi per esser stati capaci ad impostare una buona gara. Rispetto ad altre formazioni noi abbiamo un’identità forte, che ci permette digiocare bene sia in casa che fuori. Se continuiamo in questo modo, possiamo davvero farcela a qualificarci per la Champions».

Sulla stessa lunghezza d’onda il difensore Giuseppe Biava: «La Reggina era all’ultima spiaggia, e ci aspettavamo un suo inizio veemente che magari avrebbe potuto pagare nel prosieguo della gara. Direi che le cose sono andate proprio così, e noi siamo stati bravi a trovare il gol nel momento giusto. Con questa vittoria abbiamo risposto a Roma e Fiorentina: adesso nessuno può impedirci di sognare. Da qui in avanti, comunque, ci aspettano altri impegni difficili: speriamo di riuscire a mantenere questa posizione fino all’ultimo. Le dirette rivali? Vedo la Fiorentina più pericolosa rispetto alla Roma anche se sono soprattutto loro a doversi preoccupare di noi. Milito? E’ un giocatore fondamentale, ma al Genoa quel che conta è la forza del gruppo».

Claudio Baffico

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.