Liverani: “I tifosi genoani sono molto legati alla squadra, la seguono ovunque”

L'ex tecnico del Genoa ha parlato della sfida di domenica all'Olimpico: "La Lazio ha un organico superiore, il Genoa si fonda su una buona organizzazione e qualche buon singolo nell'1 vs 1"

49
Fabio Liverani (Foto Dino Panato/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“L’ambiente di Genoa è molto particolare. I loro tifosi sono molto passionali e attaccati alla squadra”. Fabio Liverani, ex tecnico rossoblù ed ex giocatore della Lazio, ha parlato ai microfoni di Radio Incontro Olympia della prossima sfida tra Grifone e Aquila biancoceleste domenica prossima all’Olimpico. “Sono il club più antico d’Italia – prosegue – e hanno delle percezioni di legame forti. La loro curva è sempre piena e accompagna la squadra. Dopo il derby di Roma quello di Genova è sicuramente il più caldo. Lo stadio si riempie e l’ambiente diventa rovente.Quello della capitale purtroppo perde un po’ con meno tifosi. Quando giocavo io si sentiva già dal pullman”.

Il tecnico parla della sua esperienza al Genoa: “Sono stato lì tre anni. Dal settore giovanile porto la gente conosciuta dietro le quinte. Entrando in punta di piedi ho avuto di risposta bellissimi rapporti. L’esperienza della prima squadra a prescindere da come è andata la porterò sempre dentro ringraziando la società per l’opportunità. Aver vinto poi il derby è un grande ricordo”.

Ecco quali sono i punti chiave della partita di domenica a Roma: “La Lazio ha un organico superiore, il Genoa si fonda su una buona organizzazione e qualche buon singolo nell’1 vs 1. Nella qualità i biancocelesti sono superiori. Hanno perso punti con le piccole che mascherano un po’ la classifica. Tra l’8° e l’11° posto i grifoni ci possono stare. La Lazio sicuramente deve puntare a posizioni più alte”.

Sul tecnico biancoceleste Inzaghi: “Il grande merito è aver creato un bel gruppo con giocatori definiti scarsi o non adatti. Starà ora a lui cercare di tenere in piedi queste motivazioni”.

Sfida tra centravanti, Immobile contro Pavoletti: “Ciro ha fatto una carriera più veloce. È arrivato subito a grandi palcoscenici e grandi squadre. Pavoletti ha girato molto, anche in B, facendo sempre gol. Nel Genoa ha trovato la squadra e l’ambiente ideale. Sono i frutti di un grande lavore. Ha sempre voglia di migliorarsi. A livello di valori assoluti mi prendo comunque Immobile”.

Liverani conclude su quale giocatore prenderebbe dal Genoa: “Forse nella rosa della Lazio, Rincon potrebbe darti qualcosa a livello muscolare. Sulla carta però non ce ne sono tantissimi”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.