Juventus, Allegri: “C’è da fare i complimenti a tutti. C’era ansia per portare a casa il risultato”

"Arrivare al settimo scudetto sarebbe una cosa straordinaria, soprattutto nel campionato italiano. C'è il Napoli che per ora però sta facendo meglio" ha continuato il tecnico bianconero

146
Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus dopo la gara persa 3-1 col Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È la Juventus ad imporsi in questo posticipo di Serie A Tim che batte il Genoa di Ballardini grazie alla rete nel primo tempo di Douglas Costa. Al termine della sfida Massimiliano Allegri è stato raggiunto dai microfoni di Premium Sport. Ecco le sue dichiarazioni.

 

“Eravamo stanchi nella fine della partita, c’era ansia per portare a casa il risultato. L’obiettivo era quello di portare a casa i tre punti e avere la partecipazione di tutti”

 

Sul Napoli

 

“Mi portano il calendario, vedo quando ci sono le partite e giochiamo. Non è di mia competenza decidere. Non sta a me replicare a Sarri, che dovrebbe essere molto contento per quello che sta facendo, è in testa al campionato. Stiamo dando adito ad un bel duello momentaneo, perché le altre non saranno sempre fuori. Ci sono gli organi competenti a decidere i calendari. Avendo la Champions, è normale giocare prima. Io quando vedo il calendario decido solo giorno del ritiro e poi giochiamo”

 

Su Higuain

 

“Poteva far gol, è stato sfortunato ad inizio secondo tempo. Ma c’è da fare i complimenti a tutti. Era importante vincere per restare in scia del Napoli e perché era la prima gara dopo la sosta. Ha fatto una gran prestazione, sta bene e presto troverà il gol”

 

Sulla corsa scudetto

 

“Arrivare al settimo scudetto sarebbe una cosa straordinaria, soprattutto nel campionato italiano. C’è il Napoli che per ora però sta facendo meglio”

 

Sulla sua salute

 

“Sono stato tre giorni a casa con la febbre, ma ora sto bene. I ragazzi si sono allenati con grande professionalità. Vincere era importante”

 

Su Buffon

 

“In settimana rientra con la squadra, speriamo che poi tornino al più presto tutti gli altri. Se sta bene ed è pronto per rientrare può giocare titolare. Il titolare della Juventus resta lui, nonostante Szczesny stia facendo bene”

 

Sulla Roma

 

“In questo momento dobbiamo fare la corsa sul Napoli. Poi ci guardiamo anche da quelle dietro”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.