Guerello (Fondazione Genoa): “La vendita del club? “Penso che in questo momento sia senza appeal”

Il membro del consiglio di Reggenza è molto perplesso sull'eventuale cessione. E aggiunge sulla débâcle con l'Atalanta: "I tifosi a vedere certi spettacoli è il minimo che siano arrabbiati"

36
Giorgio Guerello esponente della Fondazione Genoa (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Penso che in questo momento il club sia senza appeal”. Giorgio Guerello, membro del consiglio di Reggenza della Fondazione Genoa 1893,  esprime ai microfoni di Primocanale la sua opinione sull’eventuale cessione del Genoa prospettata da Enrico Preziosi senza debiti. Operazione che sembrerebbe quasi impossibile, stando all’opinione del dirigente dell’ente rossoblù. Guerello ha una speranza: “Però sono convinto che se arrivasse un acquirente potrebbe ripartire da zero e impostare magari un progetto. Preziosi però, non dimentichiamolo, ha portato il Genoa in serie A e fino ad ora ci è rimasto anche se quest’anno dobbiamo pure ringraziare chi sta dietro di noi che non fa punti”.

Guerello è molto realista sul momento difficile attraversato dal tecnico Mandorlini e dai suoi giocatori: “Non vedo in questo momento come la squadra possa risollevarsi. E’ praticamente assente per non usare altri termini. L’umiliazione contro l’Atalanta l’ennesima ne è la prova. Servirebbe una squadra più grintosa quantomeno per ricreare un ambiente un pizzico meno esasperato. I tifosi a vedere certi spettacoli è il minimo che siano arrabbiati”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.