Gervasi: “Ringrazio il Genoa per questi anni fantastici”

"Grazie al presidente Enrico Preziosi. Grazie a Michele Sbravati che mi aveva aperto le porte" spiega il tecnico dell'Under 15 che oggi parte per la nuova avventura col Jiangsu in Cina

101
Gabriele Gervasi (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Desidero ringraziare tutti quanti per questi anni fantastici, pieni di soddisfazioni. E per la possibilità di lasciare prima della scadenza ufficiale della stagione. Grazie, Genoa”. Gabriele Gervasi ha chiuso oggi la sua esperienza in rossoblù dopo cinque anni molto intensi e ricchi di risultati: il tecnico dell’Under 15, dopo aver centrato la qualificazione ai play off assieme alle altre Under rossoblù, è partenza per la Cina, destinazione Jiangsu, club appartenente al gruppo Suning che possiede l’Inter. “Grazie al presidente Enrico Preziosi. Grazie a Michele Sbravati – prosegue al sito ufficiale del Genoa – che mi aveva aperto le porte. Ai direttori Perinetti e Donatelli che hanno svolto opera di mediazione. Sono orgoglioso di aver contribuito ad allenare tanti ragazzi. Alcuni dei quali, come Pellegri e Salcedo, debuttanti in Serie A”.

L’occasione che gli si è prospettata è importantissima, ma il suo cuore resta al Grifone: “Mi dispiace lasciare: è stata una scelta complicata. Vado a lavorare per il gruppo Suning, in un calcio in crescita e con potenziali da sviluppare. Ci sono già quattro tecnici italiani che operano lì, sono orgoglioso di poter dare il mio apporto in un gruppo di professionisti. E’ una nuova avventura per me e la famiglia. Mia moglie ha assecondato la decisione, un grazie lo devo a lei. Da un certo punto di vista è un sacrificio, ma abbiamo tanto entusiasmo”. Gervasi ha un piccolo rimpianto e un augurio al collega che gli succederà nell’incarico: “Peccato esserci fatti sfuggire la qualificazione diretta ai quarti con la squadra. Formulo i migliori auguri al mister Massimo Sisinni e a tutti i ragazzi della leva 2003 per il prosieguo. Infine un grazie grande così al team manager Francesco Perasso. E’ stata la mia ombra fondamentale in questi cinque anni. Siamo andati avanti insieme”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.