Favilli: “Da piccolo impazzivo per Milito. Potrei giocare in coppia con Piatek”

L'attaccante del Genoa ai microfoni di Sky Sport: "Sto meglio, dovrei tornare in gruppo in settimana"

2192
Andrea Favili (Foto Genoa cfc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Mi sento bene. Dovrei tornare a lavorare in gruppo, forse già in settimana, e poi spero di non fermarmi più”. Ai microfoni di Sky Sport Andrea Favilli ha spiegato che il giorno del rientro con i compagni si sta avvicinando: sembra che ormai abbia recuperato dal suo infortunio. “E’ importante cercare di concentrarsi – prosegue – sui propri obiettivi. Sono una persona che non ha paura di mettersi pressioni da solo, anche se è bene vivere alla giornata e calarsi nel presente”.

Presente nella sede della Lega Serie A, per la presentazione della nuova collezione di card “Calciatori Adrenalyn XL 2018-19, sotto il braccio la figurina dedicatagli, il numero 39 parla dei bomber del Grifone. “Il Genoa ha grande tradizione di attaccanti, anche questo ha influito sulla mia scelta. Non ho punti di riferimento specifici. Ho ammirato, come tanti, Milito: da piccolo mi faceva impazzire”. Favilli conclude: “Piatek sta meritando tutte le attenzioni, sta segnando tantissimo, è un giocatore veramente valido. Perché no? Qualche volta potremmo anche giocare insieme…”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.