Fabbri: «La situazione di Acquafresca è ingarbugliata»

Secondo il procuratore dell'attaccante, il cui cartellino è dell'Inter, il Parma è soltanto «una delle società  interessate al giocatore»

17
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Paolo Fabbri, procuratore di Robert Acquafresca, ha spiegato ai microfoni dell’Agenzia Radiofonica Grt, Paolo Fabbri che la situazione del suo assistito è molto complicata. «La situazione è ingarbugliata: c’è il dubbio se andare a Genova per restarci e giocarci o farsi girare, in accordo con il Genoa, da un’altra parte e in questo caso il ventaglio di ipotesi si amplia abbastanza. Il giocatore non ha ancora deciso e dovrà pensare. In questo momento non escludo niente, neanche Cagliari, via Genoa ovviamente».

Fabbri ha poi ammesso che «il Parma è una delle società interessate al giocatore». Tuttavia, sottolinea il procuratore, «Robert vuole garanzie tecniche e ha l’ambizione di giocare sempre o quasi sempre in una squadra di buone prospettive di classifica». Di sicuro al momento c’è soltanto il fatto che Acquafresca non giocherà nell’Inter, squadra che attualmente detiene il suo cartellino: «È ovvio che qualunque giocatore vorrebbe giocare con la maglia nerazzurra, ma noi accettiamo le loro decisioni. I rapporti con l’Inter sono ottimi e resteranno tali. Cercheremo di dimostrare che hanno preso un granchio e gli faremo mangiare le mani, sportivamente parlando».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.