ESCLUSIVA PG, Monica Tosolini: “Ancora molti dubbi per Velazquez: Barak possibile titolare, Wague per Nuytinck”

Il vice direttore di Udineseblog.it: “Futuro del mister? Genova importante, ma non decisiva. Fondamentali le prossime tre gare”

970
Velazquez
Velazquez (Tweet ufficiale Udinese)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ancora molte incognite in casa Udinese per una partita che potrebbe incidere notevolmente sul futuro di Velazquez, reduce da quattro giornate negative. Per fare chiarezza sulla probabile formazione con la quale la squadra friulana affronterà il Genoa al Ferraris, Pianetagenoa1893.net ha contattato Monica Tosolini, vice direttore di Udineseblog e giornalista di Tele Friuli.

Partita decisiva sul futuro dell’allenatore spagnolo?

Importante per il futuro, non decisiva. Pradè lo ha difeso, ma credo che le prossime tre gare saranno fondamentali in merito. La società potrebbe fare la valutazione decisiva con il turno che porterà alla sosta.
Suo successore? Solo ipotesi. I tifosi sognano Guidolin, poi ci sono le suggestioni Montella e Reja. L’ex Allenatore di Milan e Fiorentina risulta una pista impraticabile visto l’ingaggio, Prandelli è un nome circolato a maggio, ma oggi non credo sia attuabile. Ad oggi però sono solo nomi che non trovano alcun riscontro.

Come sarà schierata la squadra?

Ci sono ancora molte incognite. Bisogna prima capire se il mister deciderà di usare
Il 4-1-4-1 o il 3-5-1-1 e in base a quello cambieranno gli interpreti.  Sicuramente Lasagna agirà come unica punta, Pussetto scendere in campo dal primo minuto e ovviamente ci sarà De Paul. Wague prenderà il posto di Nuytinck, mentre Larsen potrebbe essere schierato a sinistra come contro il Napoli, nonostante abbia prima sempre giocato a desta. Barak titolare (che in stagione ha collezionato solo 248 minuti) con Fofana probabilmente ai box.

Altri ballottaggi?

Da stabilire il rientro dall’inizio di Mandragora che è quasi totalmente recuperato. Out Teodorczyk.

Come procede la stagione di Lasagna?

Sotto le aspettative rispetto a quanto fatto vedere la scorsa stagione. Una prestazione decisiva con la nazionale visto l’assist, ma in bianconero ha segnato una sola rete.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.