De Canio: “Con l’aiuto dei tifosi il Genoa potrà conquistare la salvezza”

Il tecnico che conquistò la salvezza al termine della stagione 2011/2012, racconta un retroscena accaduto dopo la partita a San Siro contro il Milan

55
De Canio
Luigi De Canio, ex allenatore di Genoa e Napoli (Foto Marco Luzzani/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Se il Genoa ritroverà la determinazione, assieme all’aiuto dei suoi tifosi potrà conquistare la salvezza». Lo ha affermato Gigi Di Canio, in collegamento telefonico con Primocanale nel corso del programma “Gradinata Nord”. L’ex tecnico rossoblù, che conquistò la salvezza al termine della stagione 2011/2012, racconta un retroscena accaduto dopo la partita a San Siro contro il Milan. «Alcuni giocatori mi salutarono e mi dissero: “Mister ci vediamo?”. Io risposi: “Dove ci vediamo?”. E mi dissero che sarebbero rimasti in permesso per qualche giorno a Milano. Dissi che dovevano restare sul pullman e prepararsi per le prossime partite. Anche se a malincuore, i giocatori restarono e partirono per Genova: ma mostrarono grande senso di responsabilità. Conquistammo i punti necessari alla salvezza”. Di Canio aggiunge: “Quella squadra aveva anche problemi di preparazione atletica, poiché ricordo che c’erano molti infortunati”.

Di Canio torna a parlare del Grifone attuale: “Burdisso e Veloso devono dare l’esempio e dare all’allenatore la serenità di poter scegliere con il criterio della meritocrazia”. E sottolinea la possibile “ricetta” che può dare un allenatore che subentra in corsa: “Il tecnico deve ridare serenità all’ambiente, deve ridare ai giocatori la capacità di credere in se stessi ed eliminare le frizioni. Deve anche prendere a volte, se necessario, decisioni dure nell’interesse della squadra”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.