Chiappino a PG: “È stata una partita dominata”

Il tecnico dell'Under 17 rossoblù: "Abbiamo gestito bene tutte le situazioni e creato molte occasioni"

188
Luca Chiappino (Foto Genoa cfc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È l’incornata vincente di Laurens Serpe nella ripresa a permettere all’Under 17 del Genoa di primeggiare sui pari età del Benevento e di qualificarsi per i quarti di finale dove affronteranno la vincente tra Roma e Atalanta. Partita che ha visto il quasi esclusivo dominio rossoblù, con i grifoncini pericolosissimi in attacco e ben compatti dietro e con ben due pali colpiti nel primo tempo. Al termine della sfida i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto il tecnico dell’Under genoana Luca Chiappino. Ecco le sue dichiarazioni:

 

Una partita dominata a larghi tratti e culminata poi nel secondo tempo con il gol di Serpe

 

“Abbiamo avuto più occasioni nel primo tempo per chiuderla nel primo tempo, ma non ci siamo riusciti, con due pali, le parate del portiere e occasioni sprecate davanti alla porta. E’ stata però una partita dominata. Non abbiamo subito un tiro, c’era solo la preoccupazione che potessero crearci dei problemi delle svirgolate o delle disattenzioni sulle loro palle lunghe. Abbiamo gestito bene e dominato tutte le situazioni”

 

Buona la prova del suo reparto difensivo

 

“Noi siamo una squadra che non ha fatto molti gol nel corso della stagione, ma durante l’anno siamo diventati solidi, dal punto di vista non solo difensivo, ma anche per comportamento di squadra. Abbiamo la gran parte dei giocatori che provengono dal settore pre-agonistico, per cui hanno un senso d’appartenenza molto forte e questo aiuta ad avere compattezza nei momenti di difficoltà”

 

Cosa mi può dire di Russo? Un giocatore che se continua per questo percorso può anche ambire alla prima squadra

 

“Lui adesso, assieme a Rovella e Serpe sono quelli più in vista perchè sono stati con la Nazionale, i primi due hanno fatto l’Europeo, però abbiamo tutto un movimento che produce ormai da anni ottimi giocatori. E’ ovvio che portarli a giocare nella nostra Serie A sarebbe il massimo, però, non dovesse succedere, abbiamo giocatori che nelle altre categorie professionistiche ci stanno bene. Russo è uno di quelli per cui si spera possa entrare a far parte della nostra prima squadra”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.