Cesari: “Al Genoa manca un rigore clamoroso”

L'ex arbitro boccia l'arbitro Irrati per la sua direzione in Genoa-Pescara

50

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Ai rossoblù manca un rigore clamoroso. Mi riferisco a quanto successo nei primi minuti di gioco quando Simeone ha indirizzato verso la rete il pallone”. Lo ha spiegato l’ex arbitro internazionale Graziano Cesari in collegamento telefonico con la trasmissione “Derby in Terrazza” su Primocanale , bocciando l’arbitraggio di Irrati in Genoa-Pescara. “Sembrava fosse intervenuto Bizzarri, ma rivedendo le immagini si nota che è Zampano con un braccio a respingere il pallone sulla linea di porta. Rigore netto ed espulsione di Zampano che poi è colui che ha dato il via al pareggio del Pescara quando il Genoa era in nove giocatori contro undici” prosegue la sua analisi Cesari.

Cesari conclude con una considerazione: “I giocatori se sbagliano pagano, anche gli arbitri dovrebbero pagare. Teoricamente sono i disegnatori che dovrebbero fermare un direttore di gara”, conclude Cesari. Sulla moviola in campo l’ex arbitro chiarisce: “Dal prossimo turno inizierà la sperimentazione. Verranno selezionate due partite in cui l’arbitro potrà usufruirne”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.