Braglia: “Quanto manca il gol al Genoa. Per il futuro affiderei la porta a Lamanna”

A Radio Nostalgia è intervenuto Simone Braglia, ex grande portiere rossoblù, commentando la sconfitta del Grifone al "San Paolo".

68
Simone Braglia

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Radio Nostalgia, il post Napoli-Genoa è allietato da un grande ex rossoblù: Simone Braglia, uno degli eroi di Anfield. « Certe partite si possono perdere. È un peccato, il Genoa nel primo tempo avrebbe meritato anche il gol. Ha tenuto testa al Napoli, purtroppo su quel corner abbiamo subito gol. Ai miei tempi c’era un personaggio che calamitava tutti i palloni: era “Tommasone” Skuhravy. Galabinov fisicamente lo ricorda è vero, ma l’esplosività di Thomas  il bulgaro non ce l’ha. Bisogna dar merito a chi ha calciato il corner, è vero che se si marca meglio la zona un avversario non deve colpire, altrimenti il portiere va sempre in difficoltà. Lazovic se avesse alzato la testa in quell’occasione… nei settori giovanili si insegna che quando arrivi sul fondo devi metterla in mezzo, l’ occasione di Lazovic è stata clamorosa. Ormai è un fatto ricorrente, con Ballardini c’è una solidità difensiva che fa invidia alle grandi squadra. Il punto debole lo conosciamo: è  la fase realizzativa. La partita di questa sera lo  dimostrazione.  Nel gioco corale di Ballardini, Lapadula non c’è, non è un giocatore da Ballardini, si muove ma nell’area di rigore e penso che da questo punto di vista Lapadula in questo  momento non rientra nei suoi schemi. Sai, Rossi non puoi giudicarlo per questi dieci minuti, anzi servono per fargli trovar il ritmo partita, non penso stia benissimo fisicamente. Tecnicamente non si discute, ma deve ritrovare la forma fisica. Domenica scorsa ero a Milan Channel come ospite, ed ho che in trasmissione che in questo momento il portiere della nazionale, tolto Buffon, è Perin:  è lui il numero uno. Sai quanto ci tengo ad Eugenio –Lamanna- secondo me prendere Skorupski a Roma non ha significato, se deve valorizzare un portiere il Genoa ce l’ha in casa, ed è Lamanna. Questi giri di mercato da parte del direttore sportivo,  non credo siano confacenti alle esigenze della squadra, il portiere il Genoa ce l’ha. Dal punto di vista economica il Genoa risparmierebbe anche un bel po’ di euro. Mattia Perin vale tanto, ha dimostrato di aver ritrovato anche una grande condizione fisica dopo gli infortuni patiti in passato».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.