Bizzarri: “Ballardini? Stiamo zitti e lasciamolo lavorare”

Il presidente del Palazzo Ducale: "Stiamo facendo benino, siamo ancora lì in classifica, vediamo se il nuovo anno ci porta qualcosa di buono"

49
Luca Bizzarri (a destra) con Gianni Blondet vicepresidente del Genoa
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Questo pomeriggio, durante la presentazione del libro di Marco Ansaldo e Renzo Parodi “Una storia blucerchiata”, il presidente della Fondazione di Palazzo Ducale Luca Bizzarri ha rilasciato, all’interno del Salone del Minor Consiglio del museo, un’intervista nella quale non ha potuto fare a meno di esprimere le sue impressioni sull’andamento del Genoa di Ballardini in questa delicatissima fase di campionato. Ecco le sue dichiarazioni.

 

“Sarei molto meno genoano se non ci fosse la Sampdoria, perché sarebbe meno divertente essere tifosi. La caterva di sms che mi arriva a ogni derby, purtroppo, ultimamente. Ferrero, presidente della seconda squadra di Genova partendo dal fondo della classifica, lo conosco da tanti anni. Ballardini? Stiamo zitti, lasciamolo lavorare, non distraiamolo troppo. Stiamo facendo benino, siamo ancora lì in classifica, vediamo se il nuovo anno ci porta qualcosa di buono. Il calcio è cultura, dev’essere meno chiusura mentale, spero sia il primo appuntamento di molti”

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.