Anselmi: “La due diligence sarà svolta a Milano”

Il banchiere è stato raggiunto al termine della partita dai microfoni di Radio Nostalgia e ha parlato sui prossimi passi per l'acquisizione del Genoa

71
Beniamino Anselmi, presidente in pectore del Genoa, in tribuna al Ferraris durante Genoa-Chievo il 20 settembre 2017 (Foto Paolo Rattini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Finisce 1-1 tra Genoa e Chievo Verona. Non proprio il risultato che si aspettavano i tifosi rossoblù presenti questa sera allo stadio, sicuri che la squadra avrebbe cercato un riscatto dopo la beffa di domenica scorsa contro la Lazio. A seguire l’incontro c’era anche Beniamino Anselmi, presidente in pectore del Club più antico d’Italia il quale ai microfoni di Radio Nostalgia (come riferito dal giornalista dell’emittente Lino Marmorato) ha spiegato che la “due diligence”, ossia la verifica dei conti e dei contratti societari, non avrà più luogo nella sede rossoblù di Pegli, ma sarà svolta a Milano; inoltre è felice che la trattativa PellegriSalcedo, con la quale sarebbero giunti nelle casse rossoblù 20 milioni di euro più 40 di bonus, fosse stata già risolta a giugno.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.