Terenzi (Cittaceleste.it) a PG: “Cataldi deve trovare il ruolo definitivo”

Il collega: "Danilo è un puntuale professionista molto legato a Ledesma"

34
Danilo Cataldi e Ivan Juric (da genoacfc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Con l’arrivo di Danilo Cataldi, il Genoa completa il reparto di centrocampo, impoverito dalla cessione di Rincon e dall’infortunio di Veloso. “E’ un ragazzo serio, puntuale, solare, alla Lazio non ha mai saltato un allenamento; disposto a imparare e ascoltare l’allenatore. Il Genoa può stare tranquillo sul piano della professionalità” spiega in esclusiva Federico Terenzi di cittaceleste.it, collega che tratta quotidianamente la materia laziale.

Che tipo di centrocampista è Cataldi? “Un calciatore dinamico, con un buon tocco di palla e bravo anche a battere i calci piazzati. La sua chioccia a Roma è stata Cristian Ledesma al quale è ancora legatissimo. Il problema è il ruolo: non ha ancora trovato la collocazione definitiva. Pioli lo usava come regista nel 4-2-3-1, poi Inzaghi lo ha spostato alla mezz’ala in un reparto a tre“. Dopo aver vinto uno scudetto Primavera biancoceleste, Cataldi va al Genoa per non perdere la Nazionale ma anche per risolvere tale dubbio tattico.

Il classe ’94 può giocare nel ruolo di ‘falsa ala’ alla Rigoni? Terenzi spiega: “Ha fatto il trequartista solo una volta tra i professionisti, in Coppa Italia contro il Torino, due anni fa: tra l’altro in quella partita segnò, giocando bene. Inoltre non escludo che Cataldi possa essere una sorta d’acconto di Lotito per Perin, o altri affari, a giugno“.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.