Il Genoa Under 15 trionfa in casa della Juventus

I ragazzi di mister Gervasi affondano con un perentorio 4-1 i bianconeri a Vinovo: reti di Vassallo, Insolito (doppietta) e Nesci

150
Gabriele Gervasi, tecnico dell'Under 15 (Foto Genoa cfc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il calcio come metafora di vita, non è una novità ma calza alla perfezione a quanto è successo in questo week-end. Prenderle e darle! Dopo la solenne picconata inferta ieri alle nostre radici genoane dalla bruttissima prestazione della nostra rappresentativa Primavera (ricordiamolo sconfitta per 0-5 a Roma sponda giallorossa), ecco che ci pensa l’Under 15 rossoblù (leva 2003) a riappacificarci col mondo ed a puntellare nuovamente la nostra visione rossoblù dell’orizzonte. I nostri ragazzi si sono presentati stamani da secondi in classifica nella tana dei bianconeri, in quel complesso sportivo di Vinovo che già incute rispetto e riverenza solo a visitarlo. Il mister Gervasi, prima della partita, ha voluto sottolinearlo: veniamo a giocare contro una compagine fortissima ma cercheremo di opporci con le armi di cui possiamo disporre e, soprattutto, con la “genoanità” che solo chi indossa questa maglia può dimostrare (complimenti mister!). E l’ha preparata ottimamente la partita l’allenatore, altrimenti non si potrebbe spiegare il 4-1 inflitto dai nostri ragazzi alla “mai-tanto-amata” Vecchia Signora (qualunque sia la leva e la categoria…).

Compito indubbiamente agevolato dal vantaggio colto già al primo minuto, con un calcio d’angolo guadagnato da Piccardo (novello Petagna) e trasformato (quasi fosse un calcio di rigore) dal bravo Vassallo che ha impresso alla palla una parabola che si è spenta direttamente nel sacco. Il gol ha dato fiducia ai Grifoncini e consapevolezza nei propri mezzi, aiutandoli a disputare una “partita da Genoa”, sudore (di fatica) e lacrime (di gioia). Certo, non si può affrontare la Juve (a nessun livello) con le sue stesse armi! Perciò: difesa molto raccolta e, appena recuperata la palla, contropiede manovrato con ripartenze di 5-6-7 uomini a ventaglio (non ha vinto forse con un’azione simile ieri il Villareal a Madrid contro il Real?). Sicuramente ci sono volute anche le 3-4 parate straordinarie del bravissimo portiere Allarmati e, perché no, anche un pizzico di fortuna per chiudere il primo tempo col minimo vantaggio; ma, nel secondo tempo, è salito in cattedra il cannoniere di giornata Insolito che con una doppietta personale, insieme alla marcatura del bravo Nesci, ha fissato il punteggio finale nel trionfale 4-1! La rete della Juve è arrivata sul 3 a 0.

Un vero tripudio per i nostri colori perché non è da tutti i giorni di vincere con tale punteggio in casa dei bianconeri. Comunque sempre piedi per terra e continuare a correre e pedalare! Non è che, per magia, questa leva ha risolto i propri problemi (normali per tutte le leve) ma, per lo meno, ha dato un segnale forte di personalità, almeno nella figura del mister, ma bisogna sottolineare che i giocatori hanno seguito con attenzione i suoi insegnamenti, aiutandosi molto l’un l’altro in campo e dimostrando spirito di sacrificio: quello che chiedeva il mister.

Con questo successo l’Under 15 consolida il proprio secondo posto in classifica a 6 punti dalla stessa Juventus e si porta in vantaggio di 3 punti sul Torino che è terzo. Tutto questo in attesa del risultato dell’Under 16 (in campo alle 15 sempre a Vinovo con la Juve) e dell’Under 17 in campo contro il Parma. Ma per ora godiamoci questo piccolo trionfo.

Francogrifo76 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.