GENOA CONFIDENTIAL – Le “voci di dentro” della tribuna vip durante il match con l'Atalanta

Inizia oggi una prestigiosa collaborazione per Pianetagenoa1893.net. Alberto Villa (nella foto), responsabile della comunicazione della federazione del Pd a Genova che in passato è stato vicepresidente dell’Associazione club genoani, racconterà in “Genoa Confidential” gli aspetti particolari e curiosi della gara casalinga del Grifone. Una sorta di “dietro le quinte” della tribuna al Tempio. Buona lettura a […]

110

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Inizia oggi una prestigiosa collaborazione per Pianetagenoa1893.net. Alberto Villa (nella foto), responsabile della comunicazione della federazione del Pd a Genova che in passato è stato vicepresidente dell’Associazione club genoani, racconterà in “Genoa Confidential” gli aspetti particolari e curiosi della gara casalinga del Grifone. Una sorta di “dietro le quinte” della tribuna al Tempio. Buona lettura a tutti!

Di corsa e come sempre in ritardo arrivo al Ferraris. Ritiro l’accredito, braccialettino verde di riconoscimento compreso e mi fiondo in tribuna stampa. Ironia della sorte all’ingresso incontro il capo Ufficio stampa del Genoa Dino Storace che da buon padrone di casa mi accompagna in un settore dove mai ho avuto l’onore di assistere ad una partita del Grifo. Mi accomodo giusto in tempo per il kick off dell’arbitro Banti di Livorno.

Molti i volti noti; le migliori penne e i migliori microfoni sportivi di Genova assistono al match con l’Atalanta. La partita scorre tra una sigaretta “scroccatami” dal genoanissimo capo delle relazioni internazionali di Fincantieri, Rinaldo Marinoni (”andavo spedito per arrivare in orario alla partita ed ho preso un palo in pieno… le avrò perse li…”) e un “ fair play Atalanta” pronunciato dal mitico Carletto Bruzzone in occasione di un corner contestato, la grintosissima Maria Grazia Barile di Telenord e l’apprezzato caporedattore de Il Giornale della Liguria Massimiliano Lussana, seduti l’una fianco l’altro parlano fittamente… Forse commentavano il goal dei cugini a Verona?

Un buon primo tempo del Genoa, giocato peraltro in un terreno non certo adatto al tiki-taka, anima i commenti dei tanti che affollano la tribuna d’onore che come sempre si ritrovano nell’intervallo per il tradizionale coffee break. Tra un fetta di salame e un po’ di carne cruda, Giorgio Guerello presidente del Consiglio Comunale chiosava: “I primi 20 minuti bene: il resto, belin!”. Più chiaro di così…

Finiti i bagordi, si riprende posto per assistere al secondo tempo, ma non prima di notare la mise viola a Paillettes di Paola Balsomini, nota firma di Tuttosport, e qualche riposizionamento tattico nelle postazioni dei giornalisti. Che sia una questione scaramantica? O forse girava voce di starmi lontano..;-)

La ripresa scivola via senza grandi emozioni fino al goal di Bertolacci che in un sol colpo entusiasma la Nord, smentisce i tanti che lo avrebbero sostituito, (meno male che ci pensa Gasperson…) e scatena commenti “coloriti” a microfono aperto dello speaker dello stadio. Purtroppo il pareggio di De Luca, nel tempo di recupero, raffredda il clima del Ferraris e ci consegna una sala stampa mogia mogia…

Alberto Villa

Twitter @villaalbe

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.