Il recente bilancio tra Genoa e Inter è una partita a ping pong

Nelle ultime 8 sfide, 4 successi a testa. E una curiosità: non si riesce davvero a vincere fuori casa...

148
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

[tps_title]2013-14[/tps_title]

  • Inter-Genoa 2-0, 25 agosto 2013 (75′ Nagatomo, 90′ Palacio). Il debutto di Lodi in maglia rossoblù, ma anche quello di Liverani sulla panchina. E’ la prima giornata, Grifo ad albero di Natale (4-3-2-1, Santana e Bertolacci dietro Gilardino) contro Mazzarri e il suo 3-5-2. Icardi parte dalla panchina a favore dell’ex Palacio e l’attuale blucerchiato Ricardo Álvarez titolari. Genoa in crisi, ancora sperimentale, abbattuto da una zuccata del giapponese e dal sinistro del Trenza. E Icardi prende pure la traversa…

 

  • Genoa-Inter 1-0, 19 gennaio 2014 (83′ Antonelli). Cambia tutto, in panchina c’è il Gasp e per stavolta il tecnico di Grugliasco si copre col 4-5-1: Gila prima punta, esterni Fetfatzidis a destra e Antonelli dirimpettaio sulla mancina, Cofie insieme a Sturaro e Bertolacci per far legna. La mossa funziona perché il 3-4-2-1 mazzarriano perde lucidità nel groviglio rossoblù e alla lunga Milito appare disorientato. Cofie pare si guadagni un rigore non visto da Rizzoli, nel finale entrano pure Konaté e De Ceglie, Antonelli fa esultare il Ferraris su corner di Bertolacci. E nel finale, Rubén Botta rischia pure di pareggiare ma trova sulla sua strada un Perin prodigioso…
Luca Antonelli (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Luca Antonelli (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.