Fantacalcio Genoa: Taarabt, carta da giocare col Crotone

Possibili sorprese Bertolacci, Rigoni e Centurion

68
La gioia di Taarabt dopo il gol (foto di Tanopress Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

I consigli sul Fantacalcio Genoa di Emanuele Strano di Fantamagazine.com.

Immagine

– TAARABT: durante la sosta ha rinunciato alla convocazione in nazionale per rimanere a Pegli ad allenarsi con il nuovo tecnico. Insomma, le ultime prestazioni parlano da sé e la voglia di fare bene è veramente tanta. Col Crotone è una carta che va giocata.

Immagine

– BERTOLACCI & RIGONI: il nuovo corso parte proprio da loro, il cui apporto per svariati motivi è mancato nella prima parte di stagione. Avranno infatti il doppio onere di supportare la manovra offensiva – inserendosi e offrendo in particolare soluzioni di passaggio al finora-troppo-isolato Lapadula – e dare manforte alla difesa in fase di non possesso: da questo (neanche troppo sottile) gioco di equilibri dipenderà non solo il loro rendimento, ma anche più in generale l’andamento dell’intera squadra. Ballardini ha avuto modo di plasmarli a dovere nel corso delle ultime due settimane: è arrivato il loro momento.

– CENTURION: il ritorno di Ballardini è coinciso con il reintegro dell’argentino, messo sostanzialmente da parte per l’intera gestione Juric. Esonerato il croato, infatti, per l’occasione El Wachurrito ha pensato bene di farsi una nuova acconciatura (in onore del nuovo tecnico, che sappiamo tenere molto al ) e di affidare ai social i suoi pensieri di (se quella è la faccia in versione felicidad, immaginatevi come possa aver passato gli ultimi mesi). Finiti i brindisi, domenica si torna a fare sul serio. È ipotizzabile che Ballardini gli conceda un po’ di minutaggio a partita in corso: non avrà un ritmo scoppiettante, ma l’ultima mezzora la può fare anche con una certa freschezza. Chi ci crede (e lo aspetta da ormai tredici giornate) lo metta, coprendosi in panchina.

Immagine

– ROSSETTINI: non è da escludere che anche lui possa beneficiare della cura Ballardini, tuttavia le ultime prestazioni non possono veramente lasciare tranquilli i suoi possessori: gli errori individuali, soprattutto sotto il profilo della gestione del pallone, sono infatti aumentati esponenzialmente e in una partita così delicata – e potenzialmente equilibrata – possono davvero essere l’ago della bilancia.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.