Verso Genoa-Empoli, con occhio ad Alberto Gilardino

Da ex al "Ferraris" non ha mai vinto. Punta a sfatare il tabù.

163
Alberto Gilardino ai tempi del Genoa (Foto Valerio Pennicino/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Probabilmente si sarebbe aspettato un inizio di stagione migliore, ma di tempo ce n’è ancora tantissimo. La nuova avventura di Alberto Gilardino dalla scorsa estate si chiama Empoli: chiuso burrascosamente il rapporto col Palermo con tanto di risoluzione del contratto, ecco la Toscana che tanto bene gli portò ai tempi di Firenze.

Con la squadra di Martusciello, però, finora non è ancora arrivato il 1° centro in campionato. I tabellini parlano di 5 presenze complessive, di cui 3 da titolare e le restanti da subentrato. La piazza attende i suoi gol pesanti per inseguire la salvezza.

La storia tra Gilardino ed il Genoa è fatta di sali e scendi: arriva in pompa magna nel gennaio 2012 dopo un lungo corteggiamento, ma paga una situazione ambientale difficile con una squadra che ha rischiato seriamente la retrocessione in Serie B. La salvezza arriva all’ultima giornata, lui raccoglie 14 presenze e 4 gol (di cui 2 su rigore) in 6 mesi.

Nelle ultime battute del calciomercato estivo 2012 passa, a sorpresa, al Bologna: il Grifone gli preferisce Marco Borriello, di ritorno da Roma. In Emilia vive una seconda rinascita segnando 13 gol.

Dopo 1 anno torna al Genoa, che finalmente crede in lui fin dall’inizio: inizia (non bene) con Fabio Liverani ed esplode con Gian Piero Gasperini. Raccoglie 36 presenze e 15 gol, sognando la convocazione in azzurro per i Mondiali brasiliani che però non arriva. Quindi il ricco addio alla Serie A per approdare in Cina al Guangzhou, il ritorno in Italia dopo 6 mesi (ancora Fiorentina), quindi è tutta storia recente con Palermo (10 gol) ed Empoli.

Da ex, Gilardino al “Ferraris” non ha mai lasciato traccia, curiosamente in partite giocate sempre nello stesso mese anche se in annate diverse: sono arrivate 2 sconfitte (Genoa-Bologna 2-0 del 6 gennaio 2013, ed il recente Genoa-Palermo 4-0 del 17 gennaio 2016) ed 1 pareggio (Genoa-Fiorentina 1-1 del 31 gennaio 2015).

Vogliamo mantenere questo trend?

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.