ESCLUSIVA PIANETAGENOA1893 – GIANNI CORCI: «Matteo Ferrari porterà  sempre il Genoa nel cuore»

Il procuratore di Matteo Ferrari rivela, in esclusiva a Pianetagenoa1893.net, le sensazioni del giocatore a pochi giorni dall'approdo in Turchia, e manifesta il grande affetto che nutre per i colori rossoblù

48

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’agente di Matteo Ferrari, Gianni Corci, ha rilasciato verso le 11.45 di oggi questa intervista esclusiva a Pianetagenoa1893.net.

Quali sono le prime impressioni di Ferrari da giocatore del Besiktas?

«Il ragazzo ha ricevuto un’accoglienza degna di un grande campione. Il pubblico, la società ed i compagni di squadra gli hanno dato da subito una dimostrazione di affetto e di calore e lui ne è rimasto favorevolmente colpito».

Matteo quando ha saputo che la società turca lo stava seguendo?

«E’ accaduto tutto in sette, otto giorni. Ci tengo a sottolineare che, al termine del campionato, nè il Genoa voleva cedere Ferrari, nè Ferrari voleva lasciare il Genoa. Poi questa richiesta da parte del Besiktas ha cambiato un po’ le cose, viste le cifre interessanti che erano in ballo. La società turca, comunque, si è dimostrata da subito molto corretta, contattando sia il Genoa sia noi. Le uniche difficoltà sorte durante la trattativa sono dipese da questioni burocratiche, nulla di più. La volontà delle tre parti, infatti, è rimasta la stessa dal primo giorno fino alla firma del contratto».

Con che spirito ha lasciato Genova ed il Genoa?

«Con molto dispiacere. Matteo ha disputato un’annata davvero buona per meriti propri ma anche grazie al lavoro dei compagni, del mister e della tifoseria. E questo non lo dimenticherà mai».

Non fosse arrivata questa faraonica offerta, il giocatore sarebbe rimasto volentieri al Genoa o avrebbe ugualmente cercato un’altra sistemazione?

«Ripeto, Ferrari non ha mai preso in considerazione l’ipotesi di lasciare il Genoa prima dell’offerta del Besiktas. Anzi, giorni fa parlò con il presidente, con cui ha un ottimo feeling, riguardo i progetti futuri della squadra. Preziosi gli diede la garanzia di voler mantenere la squadra ad alti livelli e di cercare di andare il più avanti possibile in Europa».

In caso di qualificazione del Genoa alla Champions League, ci sarebbero state maggiori possibilità di una sua permanenza?

«A questa domanda preferisco non rispondere».

A Matteo Ferrari farebbe piacere chiudere la carriera nel Genoa?

«Il discorso è prematuro ma…mai dire mai!».

Che cosa si porterà con sè dei tifosi rossoblù?

«Soprattutto l’affetto importante che ha ricevuto, quello che gli era mancato nell’esperienza a Roma. Matteo Ferrari porterà sempre il Genoa nel cuore ed è pronto a tifare per i suoi ex compagni nonostante i chilometri di distanza».

Claudio Baffico

RIPRODUZIONE (ANCHE PARZIALE) DELL’ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.