ESCLUSIVA PG, Francioso: “Criscito e Ballardini segnali forti della società. Piatek e Favilli un duo da scoprire”

L'ex attaccante del Genoa parla anche del lutto: "La tragedia del ponte Morandi un colpo duro per Genova, ma saprà rialzarsi. Sono vicino alle famiglie"

980
Mino Francioso con la maglia del Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“L’avvio di campionato è un momento emozionante, da calciatore lo vivevo con grande trepidazione. Criscito e Ballardini due segnali forti da parte della società”. Queste le parole di Cosimo Francioso a Pianetagenoa1893.net. Il Corsaro Nero ha parlato anche della tragedia di ponte Morandi: “Genova è una città forte e orgogliosa. Sono vicino alle famiglie”.

Genoa al debutto casalingo al Ferraris contro l’Empoli. A che partita assisteremo?

Sicuramente a una bella partita aperta a qualsiasi risultato perché si incontrano due squadre collaudate capaci di sviluppare un bel gioco. Mi auguro che il Genoa riesca a partire con il piede giusto e conquistare i tre punti.

Da una parte la trepidazione per l’avvio del campionato, dall’altra il raccoglimento per la tragedia del ponte Morandi che ha colpito Genova. Come ha vissuto la notizia da “ex” genovese?

Mi è dispiaciuto molto, una tragedia che ha colpito molte famiglie. Genova è una città orgogliosa e saprà rialzarsi.

Ponte Morandi

Il mercato ha portato un centravanti come Piatek che nel precampionato ha già segnato una decina di reti. Può essere l’uomo giusto per il Genoa?

Può diventare l’uomo giusto. Un attaccante che ha tutte le qualità di un vero bomber e lo ha dimostrato anche in Coppa Italia.

Piatek
PIatek gioia (foto di Genoa CFC Tanopress)

Oltre a Piatek è arrivato Favilli che si è messo in mostra nella tournée americana con la Juve segnando una doppietta al Bayern. Colpo in prospettiva con efficacia immediata?

È un giovane che deve dimostrare le sue qualità. Genova è una piazza difficile ed esigente dove il tempo di far maturare un giovane è relativamente poco. L’inserimento dipenderà molto dal ragazzo, se riuscirà a dare tutto sicuramente conquisterà l’affetto della Nord che di conseguenza lo caricherà a mille, anche nei momenti no.

Favilli
Andrea Favilli (foto di Genoa CFC Tanopress)

Oltre a due attaccanti pronti a creare un nuovo duo c’è ancora Lapadula. Riuscirà a ritagliarsi uno spazio?

È un calciatore che si sacrifica molto e può essere la spalla ideale di Piatek. Averlo trattenuto per il Genoa può essere un grande vantaggio. La sua voglia di riscatto può essere un’arma in più.

Lapadula
Lapadula (Foto Genoa cfc Tanopress)

Come vede il nuovo Genoa in vista della prossima stagione? Si riparte da Ballardini e da Criscito

Il ritorno di Criscito è molto significativo, un segnale forte che la società vuole dare alla tifoseria. Ballardini ha fatto molto bene e la sua riconferma la considero meritata; finalmente avrà l’occasione di iniziare la stagione e attuare subito le sue idee di gioco.

Ballardini Genoa
Le indicazioni di Ballardini (Foto Genoa Cfc – Tanopress)

Come viveva l’avvio di campionato da giocatore?

Con entusiasmo e tanta voglia di ricominciare. Ogni anno l’entusiasmo era a mille, non vedevo l’ora di ricominciare per dimostrare di essere migliorato rispetto alla passata stagione.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.